La Carta del Commercio Equo

La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i principi condivisi da tutte le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale italiane. La prima versione della Carta è stata approvata nel 1999  ed è stato l’inizio di un percorso di confronto a livello nazionale tra le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale che negli anni si è andato sviluppando e approfondendo fino ad arrivare alla stesura e approvazione della seconda Carta nel 2005.

La Carta definisce che cos’è il Commercio Equo e Solidale e contiene gli obiettivi del Commercio Equo tra cui:

  • garantire un prezzo equo, che possa consentire ai lavoratori ed alle loro famiglie il soddisfacimento dei bisogni essenziali ed un livello di vita dignitoso
  • la dignità del lavoro, cioè un ambiente di lavoro salubre
  • l’assenza assoluta di sfruttamento minorile
  • se richiesto il prefinaziamento dei propri partner commerciali così da consentire ai lavoratori di far fronte alle loro esigenze di produzione.
  • la promozione di opportunità di sviluppo per produttori svantaggiati, specialmente gruppi di donne e popolazioni indigene e proteggere i bambini dallo sfruttamento nel processo produttivo.
  •  la divulgazione di informazioni sui meccanismi economici di sfruttamento, tramite la vendita di prodotti, favorendo e stimolando nei consumatori la crescita di un atteggiamento alternativo al modello economico dominante e la ricerca di nuovi modelli di sviluppo
  • il sostegno all’autosviluppo economico e sociale
  • advocacy e lobby sulle istituzioni nazionali ed internazionali per compiere scelte economiche e commerciali a difesa dei piccoli produttori, della stabilità economica e della tutela ambientale, effettuando o aderendo a campagne di informazione e pressione affinché cambino le regole e la pratica del commercio internazionale convenzionale
  • la promozione di un uso equo e sostenibile delle risorse ambientali.

per citarne solo alcuni.

Inoltre nella Carta sono contenuti i criteri che si danno le Organizzazioni del Commercio Equo e in particolare quelle italiane. Tra queste:

  • promuovere iniziative di economia solidale al meglio delle proprie possibilità
  • sostenere le campagne di sensibilizzazione e pressione, condotte a livello nazionale ed internazionale, volte a realizzare gli obiettivi del Commercio Equo e Solidale
  • essere senza fini di lucro
  • garantire un’adeguata formazione al personale retribuito all’interno dell’organizzazione.
  • valorizzare e formare i volontari e garantire loro la partecipazione ai processi decisionali.

Terra_Equa_2016_1          FIERA_4 passi_2016

Conferenza presso Fiera Terra Equa; Bologna 2016                          Partecipanti e stand Fiera 4 Passi, Treviso 2016

e molto altro ancora…

LE ORGANIZZAZIONI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE IN ITALIA

Sulla base di questi presupposti, da ormai 25 anni in Italia sono attive più di 80 organizzazioni che si riconoscono nei principi del Commercio Equo e Solidale come descritto nella Carta. Tutte le info sulle organizzazioni socie di Equo Garantito alla pagina Soci o scaricando la APP di Equo Garantito.