Scopri i punti vendita

Le donne al centro del Forum Asiatico del Commercio Equo e Solidale

Garantire l’uguaglianza di genere si può e si deve – ce lo spigano le esperienze di WFTO Asia

Il Summit del Fair Trade in Asia si è tenuto dal 19 al 22 ottobre in Tailandia e per la prima volta la conferenza biennale, ha avuto come tema chiave l’uguaglianza di genere all’interno del movimento del Commercio Equo e Solidale. L’Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e Solidale asiatica, WFTO – Asia, che ha recentemente sviluppato un programma dedicato alla questione di genere, ha presentato al meeting i risultati di questo lavoro, le lezioni imparate e le buone pratiche da implementare per il futuro delle donne dentro al movimento del Commercio Equo e Solidale.

In particolare ci sono 7 aspetti che sono stati definiti importanti per la strategia sul genere.

  1. Non basta assumere donne nelle organizzazioni

L’uguaglianza di genere richiede la sensibilità di genere e soluzioni eque a tutti i livelli. In Asia, molti membri di WFTO assumono prevalentemente donne. Circa il 75% dei produttori e impiegati tra i membri sono donne. Si deve quindi assicurare che queste donne, che nella maggior parte dei casi sono povere e vengono da condizioni svantaggiate, ricevano adeguato sostegno per vivere bene, combattendo le discriminazioni la violenza e l’oppressione. Alcuni dei successi delle pratiche implementate riguardano: la garanzia di orari di lavoro flessibili e la messa a disposizione di servizi di cura che aiutino le madri, la garanzia dei 6 mesi di maternità e una settimana di paternità e la riduzione della violenza domestica.(Es. CORR Jute Work Gender Policy)

  1. Il Commercio Equo è basato su inclusione, uguaglianza e sostenibilità

Questi principi stanno anche alla base del movimento per l’emancipazione femminile e devono essere perseguiti allo stesso modo e garantire che ci siano opportunità per svilupparli entrambi.

  1. Garantire la realizzazione dell’uguaglianza di genere è una responsabilità di tutti 

Il rafforzamento della condizione femminile non può avvenire senza un rafforzamento della condizione maschile. Allo stesso modo le donne non possono lottare per l’uguaglianza senza il supporto del genere maschile. Rispetto a questo, è possibile fare molto nell’educazione dei giovani in modo che possano portare avanti il lavoro verso il traguardo di un futuro sostenibile ed equo per tutti.

  1. Non ci può essere Commercio Equo e Solidale senza l’inclusione e la significativa partecipazione delle donne ad ogni livello

L’equità di genere e l’empowerment femminile  non richiedono un approccio top-down, dall’alto al basso. I veri cambiamenti possono essere fatti a tutti i livelli dal basso verso l’alto e viceversa. Di certo non sono efficaci se non praticati insieme.

  1. Non c’è solo un modello per supportare la crescita delle donne nei luoghi di lavoro

I soci di WFTO-Asia hanno molte storie e buone pratiche sulle esperienze di come indirizzare e praticare l’approccio di genere, e se ben considerate, queste possono essere ispiratrici per tutto il movimento del Commercio Equo e Solidale. Il Forum asiatico ha confermato che se si ha il giusto tempo, le discussioni sono inclusive, dinamiche e altamente formative.

  1.  La formazione sulle questioni di genere è un’attività costante che richiede investimento di tempo e risorse

Le esperienze sono diverse, le condizioni del paese sono molto diverse tra religione, politica, economia, ecc. Per questo è necessario costruire attività continue di sensibilizzazione a tutti i livelli e assicurare adeguate attività di advocacy sulla stessa piattaforma.

  1. Abbiamo il potere e l’opportunità di creare il cambiamento reale e duraturo

Il movimento del Commercio Equo e Solidale è formato da persone e organizzazioni  appassionate, dedicate e creative che possono creare il cambiamento reale e durevole. Il summit in Asia ha lasciato una sensazione di energia che ha contagiato tutti i partecipanti con un grande senso di speranza e impegno. Questo è fondamentale per il raggiungimento del nostro fine ultimo – promuovere la sostenibilità e migliorare le condizioni di lavoro dei produttori svantaggiati il 75%dei quali sono donne.

Leggi tutto l’articolo in inglese qui.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Theme Settings