2015: Milano nominata capitale Globale del Commercio Equo

La nomina ufficiale attribuita in queste ore a Rio de Janeiro, Brasile dove si sta svolgendo l’Assemblea dell’Organizzazione Mondiale del Commercio Equo

Milano è stata dichiarata ufficialmente la prossima capitale globale del Commercio Equo e Solidale. Lo ha deciso in queste ore l’Organizzazione Mondiale del Commercio Equo (WFTO) riunita a Rio de Janeiro in occasione dell’Assemblea dei Soci.

La candidatura di Milano è stata presentata da tutte le Organizzazioni di Commercio Equo e Solidale italiane Socie AGICES congiuntamente al Comune di Milano. La prossima Conferenza Generale del WFTO si terrà nel 2015, anno dell’Expo, con cui si stanno studiando possibili sinergie.

La Conferenza Generale di WFTO si svolge ogni due anni e rappresenta un importante momento di confronto per l’intero movimento internazionale del Commercio Equo e Solidale. Centinaia di delegati da più di 70 stati s’incontrano con l’obiettivo di coordinarsi e promuovere al meglio le attività delle loro Organizzazioni. L’assemblea è anche l’occasione per fare il punto sull’avanzamento e la crescita di questo modello economico che ha avuto insigni riconoscimenti da istituzioni quali il Parlamento Europeo e numerosi governi nazionali.

“Per AGICES è un grande onore e una grande opportunità ospitare in Italia la Conferenza Generale di WFTO del 2015 – dichiara Alessandro Franceschini, Presidente di AGICES -. La vivacità della compagine associativa di AGICES – e in particolare di quella del territorio lombardo che conta un quarto circa dei Soci – darà vita a un evento straordinario: un’occasione preziosa di confronto e discussione sull’evoluzione del nostro movimento, alla quale non faremo mancare momenti conviviali e informali di scambio e conoscenza tra le Organizzazioni. Inoltre questa opportunità costituisce per tutti noi la conferma del ruolo sempre più importante che la nostra Associazione sta acquisendo nel panorama internazionale: in sede WFTO il sistema di monitoraggio e di garanzia di AGICES è stato più volte preso ad esempio come uno dei migliori esistenti al mondo. Quale modo migliore, a Milano nel 2015, per festeggiare tutti insieme i risultati che AGICES ha raggiunto fino ad oggi?”

“Siamo molto lieti che Milano sia stata nominata ‘Capitale globale del commercio equo 2015’, – ha dichiarato il Sindaco Giuliano Pisapia – un ruolo che sicuramente la città saprà interpretare al meglio: scambi commerciali più equi, che riconoscano il giusto valore al lavoro svolto dai produttori di cibo e artigianato locale in tanti Paesi in via di sviluppo, rappresentano un fattore importante per il futuro dell’umanità e costituiscono una tematica centrale per un’Esposizione universale dedicata al concetto di ‘Nutrire il pianeta, energia per la vita’. Nuovi modelli di consumo, più attenti all’origine e ai metodi di produzione del cibo, aprono nuove prospettive di sviluppo e stanno già forgiando un’economia alternativa a un sistema palesemente in crisi. Per tutti motivi – ha concluso il Sindaco – la nostra Amministrazione, per esempio, è impegnata, al fianco delle famiglie, in un processo di ripensamento della ristorazione scolastica: siccome vogliamo mense più sensibili alla qualità e alla provenienza degli ingredienti nei menù di Milano Ristorazione abbiamo già introdotto prodotti del commercio solidale”.

Cs AGICES Milano capitale mondiale

Oltre il 2015: ecco le firme che porteremo a Rio

19 Città, una Regione e 35 organizzazioni della società civile: si chiude così la sezione italiana della campagna Fair Trade Beyond 2015.

Le dichiarazioni raccolte saranno consegnate ufficialmente dalla nostra delegazione a Rio de Janeiro in occasione della conferenza della World Fair Trade Organisation.

Questo slideshow richiede JavaScript.

LE CITTA’ E REGIONI CHE HANNO FIRMATO LA DICHIARAZIONE

Città / RegioneFirmatarioCarica
Regione LiguriaClaudio BurlandoGovernatore
TriesteRoberto CosoliniSindaco
GrossetoEmilio BonifaziSindaco
GenovaMarco DoriaSindaco
La SpeziaMassimo FedericiSindaco
SavonaFederico BerrutiSindaco
Andora (SV)Franco FlorisSindaco
PerugiaWladimiro BoccaliSindaco
MilanoGiuliano PisapiaSindaco
Millesimo (SV)Mauro RighelloSindaco
Castelnuovo Magra (SP)Marzio FaviniSindaco
UdineFurio HonsellSindaco
VeneziaSandro SimionatoVicesindaco
Saronno (VA)Luciano PorroSindaco
Iseo (BS)Riccardo VenchiaruttiSindaco
Marone (BS)Emilio TosoniSindaco
Pisogne (BS)Oscar PanigadaSindaco
Sale Marasino (BS)Claudio BonissoniSindaco
Varazze (SV)Giovanni DelfinoSindaco
Valdagno (V)Alberto NeriSindaco

LE ORGANIZZAZIONI DELLA SOCIETA’ CIVILE ADERENTI

OrganizzazioneFirmatarioCarica
AGICESAlessandro FranceschiniPresidente
Associazione Botteghe del MondoMassimo RennoPresidente
AltraqualitàDavid CambioliPresidente
Ctm altromercatoGuido LeoniPresidente
Ctm AgrofairHeini GrandiPresidente
EquomercatoEmilio NovatiPresidente
LiberomondoLuca GioelliPresidente
Gruppo Impegno Missionario Germignaga (VA)Maria Vittoria LanellaPresidente
Coop. Solidarietà BresciaIvano BaldiPresidente
Coop. Nonsolonoi CremonaFrancesca BignelliPresidente
Coop. Pangea-Niente Troppo RomaVittorio LeprouxPresidente
Ass. Xapurì Lentate sul Seveso (MB)Roberto ColomboPresidente
Ass. Senza Confini – Brez Meja – TriesteMarjia BesednjakPresidente
Ass. Mosaico per un comune avvenire – TriestePaolo AlbanesePresidente
Coop. El Fontego – VeneziaKatia VaninPresidente
Coop. Maremma Solidale – GrossetoLuca FurziPresidente
Coop. Angoli di Mondo – PadovaGiuseppe MartinelloPresidente
Coop. Mondo Solidale – AncoraSilvano FaziPresidente
Coop. Pace e Sviluppo – TrevisoRoberto MatterazzoPresidente
Coop. Fare il Mappamondo – PadovaGiorgio RossiPresidente
Coop. Pacha Mama – RiminiNazzareno GabrielliPresidente
Coop. La Bottega Solidale – GenovaCristiano CalviPresidente
Coop. Le Formiche – Die Ameisen – BolzanoLicia NicoliPresidente
Ass. Il Sandalo – Saronno (VA)Giorgio PozziPresidente
Coop. Ex Aequo – BolognaElisabetta RandazzoPresidente
Coop. Villaggio dei Popoli – FirenzeMarco VannozziPresidente
Ass. Villaggio dei Popoli – FirenzeEnrico PezzaPresidente
Ass. Amandla per un Commercio Equo e Solidale – Varazze (SV)Enrico VallarinoPresidente
Ass. Ascoliequosolidale – Ascoli PicenoCarla CapriottiPresidente
Coop. Monimbò – PerugiaMichele StellaPresidente
Coop. Unicomondo – VicenzaSara Maria PadovanPresidente
Coop. Chico Mendes – MilanoFiliberto BoffiPresidente
Coop. Il Mappamondo – MantovaAnnalisa FerrariPresidente
Coop. Mariposa – Pisogne (BS)Giuseppe CordioliPresidente
Coop. Garabombo – ComoLucia VillaniPresidente
Ass. Piano Terra – Orvieto (TR)Elena CrespiPresidente

Pietro Grasso scrive ad AGICES

Con piacere pubblichiamo la lettera che Alessandro Franceschini, Presidente di AGICES, ha ricevuto dal Presidente del Senato Pietro Grasso, in occasione delle nostre felicitazioni per l’elezione alla carica.

Sono parole non scontate, di forte incoraggiamento a proseguire nel diffondere il Commercio Equo e Solidale come strumento di cambiamento necessario a creare un circuito virtuoso nel sistema economico della nostra società.

La lettera di Pietro Grasso al Presidente di AGICES

Urgente: Raccolta Firme e Fondi per Ruth Salditos

FIRMA LA PETIZIONE PER RUTH!

Accusata di omicidio e “rebellion”, deve presentarsi al giudice. AGICES ha anticipato la somma di 3.900 euro per pagare la cauzione.

Aggiornamento 11/07/2013: Ruth è tuttora in libertà provvisoria e prosegue la battaglia legale contro il procuratore: una lotta che va al di là del caso specifico, importante in nome dei diritti di tutti i cittadini del suo paese.

Proseguono quindi la Raccolta Fondi (per rientrare della cifra anticipata per la cauzione e per proseguire la battaglia legale) e la una Raccolta Firme online per supportare Ruth finché il caso non sarà risolto.

25/05/2013: Abbiamo aperto una Raccolta Firme online per supportare Ruth, convinti della sua innocenza. Vi preghiamo di far circolare la petizione fra tutte le vostre reti.

16/05/2013: Ruth ci comunica di aver versato la cauzione e di essere in libertà provvisoria, in attesa di un pronunciamento del giudice.
Prosegue intanto la raccolta fondi per coprire la somma anticipatale nell’urgenza.


Molti di noi conoscono Ruth, che è stata anche di recente in Italia, ospite di Terra Madre. Oggi Ruth si trova in una situazione di grande difficoltà, che vi descriviamo a seguire.

Convinti della sua innocenza, abbiamo scritto una lettera al giudice (clicca qui) di fronte al quale deve comparire il 10 maggio, e abbiamo già messo a disposizione una somma di 3.900 euro per pagare le spese legali e un’eventuale cauzione.

Ringraziamo quanti vorranno contribuire alla Raccolta Fondi:

versamento su CCB IT72 I050 1803 2000 0000 0109 482 di Banca Popolare Etica intestato a Associazione Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale, Roma, indicando nella causale “Contributo solidarietà per Ruth – PFTC”


Le Filippine sono una democrazia multipartitica con una società civile attiva e un’azione vibrante anche da parte dei media. Purtroppo dal 2001 è in atto un fenomeno di violazione sistematica dei diritti umani generato da un piano di “controinsurgenza” contro un gruppo di opposizione armato, il New People’s Army.

In nome della loro campagna contro il NPA, militari e polizia si sono talvolta resi colpevoli di reati contro taluni attivisti dei diritti umani, sindacalisti, giornalisti, ambientalisti, insegnanti e leader di organizzazioni contadine che rivendicano una riforma agraria e la difesa dei diritti dei lavoratori. In questo clima di terrore, restano impuniti 1.347 omicidi extragiudiziali e 223 sparizioni forzate (l’ultima compiuta lo scorso 23 aprile).

I contadini sono quindi a volte considerati “ribelli” perchè rivendicano con forza una riforma agraria che sostituisca l’attuale sistema pseudo-feudale di gestione della terra. E continuano a morire e scomparire, insieme a chi li sostiene.

In questo scenario anche le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale delle Filippine ed i loro responsabili ed attivisti purtroppo sono un target dei militari.

Il 12 aprile 2007, Luisa Posa Dominado, membro del Consiglio di Amministrazione di PFTC Filippine, organizzazione di Commercio Equo e Solidale che produce per Altromercato lo zucchero di canna Mascobado, è stata rapita dall’esercito insieme a Nilo Arado, portavoce dell’organizzazione contadina di Panay. Di loro non si è più saputo nulla e si sospetta che siano nei campi militari di detenzione; luoghi tenuti segreti nonostante siano stati dichiarati illegali.

Oggi PFTC sta vivendo un nuovo incubo. Ruth Fe Salditos, presidente della Fondazione per il Commercio Equo e Solidale di Panay è stata accusata dall’esercito di essere una “ribelle” e di aver partecipato ad un imboscata tesa ad un battaglione di militari in cui sono morti dei soldati. Se il giudice la riterrà colpevole, anche Ruth rischia di sparire in un campo di detenzione.

Per evitare questa prospettiva e dare il nostro appoggio come Movimento italiano a Ruth e a PFTC, a seguito dell’interessamento dei nostri Soci Consorzio altromercato (Bolzano/Verona) e Cooperativa Mandacarù (Trento), AGICES ha anticipato l’importo e avviato da subito la raccolta di fondi per le spese legali e far fronte all’eventuale cauzione. Tali fondi andranno, in caso di restituzione della cauzione, al fondo emergenza AGICES per le Organizzazioni Socie e anche per casi di emergenza che riguardano i nostri Produttori.

Stop the killing! Chiediamo sicurezza per i lavoratori del Bangladesh

Il Movimento del Commercio Equo e Solidale italiano è vicino alle famiglie dei 370 lavoratori morti e di quelle dei migliaia di feriti in Bangladesh. Morti per lavoro. Per un lavoro in condizioni spaventose che si traduce nei capi di abbigliamento che in Europa indossiamo ogni giorno.

AGICES invita tutti a sottoscrivere e diffondere l’appello della campagna Abiti Puliti (clicca qui).

Scarica il Comunicato Stampa

 

 

 

Milano Capitale Mondiale del Commercio Equo e Solidale

La città meneghina ha accettato di candidarsi ad essere la sede della prossima Conferenza generale di World Fair Trade Organisation nel 2015

Il sindaco Pisapia e la Città di Milano hanno accettato l’invito di World Fair Trade Organisation (WFTO), dell’Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale (AGICES) ad essere la sede della Conferenza Generale di W.F.T.O. nel 2015, anno in cui si terrà anche EXPO con cui si stanno studiando delle possibili sinergie.

Per questo motivo, in occasione della prossima Assemblea di WFTO a Rio (25-31 maggio 2013) AGICES – a nome di tutti i Soci italiani di WFTO – presenterà insieme al Comune di Milano la candidatura della città meneghina  a ospitare la Conferenza Generale del 2015. “Per AGICES è un grande onore e una grande opportunità ospitare in Italia la Conferenza Generale di WFTO del 2015 – dichiara Alessandro Franceschini, Presidente di AGICES -. La vivacità della compagine associativa di AGICES – e in particolare di quella del territorio lombardo che conta un quarto circa dei Soci – darà vita a un evento straordinario: un’occasione preziosa di confronto e discussione sull’evoluzione del nostro movimento, alla quale non faremo mancare momenti conviviali e informali di scambio e conoscenza tra le Organizzazioni. Inoltre questa opportunità costituisce per tutti noi la conferma del ruolo sempre più importante che la nostra Associazione sta acquisendo nel panorama internazionale: in sede WFTO il sistema di monitoraggio e di garanzia di AGICES è stato più volte preso ad esempio come uno dei migliori esistenti al mondo. Quale modo migliore, a Milano nel 2015, per festeggiare tutti insieme i risultati che AGICES ha raggiunto fino ad oggi?”

La Conferenza Generale di WFTO si svolge ogni due anni e rappresenta un importante momento di confronto per l’intero movimento internazionale del Commercio Equo e Solidale. Centinaia di delegati da più di 70 stati s’incontrano con l’obiettivo di coordinarsi e promuovere al meglio le attività delle loro Organizzazioni. L’assemblea è anche l’occasione per fare il punto sull’avanzamento e la crescita di questo modello economico che ha avuto insigni riconoscimenti da istituzioni quali il Parlamento Europeo e numerosi governi nazionali.

L’ultima Conferenza Generale si è svolta a Mombasa in Kenya a giugno 2011 e ha visto l’elezione alla carica di Presidente di WFTO, Rudi Dalvai candidato presentato unitariamente dai soci Italiani WFTO, nonché fondatore di Altromercato.
La prossima si svolgerà a breve, dal 25 al 31 maggio 2013, a Rio de Janeiro in Brasile, paese che con entusiasmo ha deciso di sostenere il Commercio Equo e Solidale.