Equo Garantito in Piemonte

piemonte

Vuoi prendere contatti con le Organizzazioni Eque e Solidali del tuo territorio?

In Piemonte ci sono 6 Organizzazioni di Commercio Equo e Solidale garantite dal Sistema di monitoraggio di AGICES.

Sono organizzazioni non profit che si impegnano per diffondere sul territorio un’economia Equa e Solidale attraverso la gestione delle Botteghe del Mondo, la proposta di servizi commerciali socialmente responsabili rivolti ai cittadini, agli enti, alle scuole e alle aziende, e l’organizzazione di attività info-educative.

Eccole:

Ragione SocialeCittàSito web
COLIBRI’Cuneowww.coopcolibri.it
COMPARTIR GIOVANECuneowww.checevo.org
LIBEROMONDOBra (CN)www.liberomondo.it
MONDONUOVOTorinowww.mondo-nuovo.it
QUI E LA’Boves (CN)
RAGGIO VERDECossato (BI)www.raggioverde.com

Cosa pensi del Commercio Equo?

L’Università degli Studi Federico II di Napoli sta conducendo una ricerca sui comportamenti di acquisto e sulle opinioni dei cittadini relativamente al Commercio Equo e Solidale.

A tal fine vi proponiamo di compilare e diffondere il questionario, da sottoporre anche ai soci e clienti delle Botteghe del Commercio Equo.

Grazie per la collaborazione!

Il questionario da diffondere si trova a questo link: www.depaportici.blogspot.com

E’ arrivata l’Altragenda 2014

L'Altragenda 2014

E’ arrivata nelle Botteghe del Commercio Equo e Solidale l’agenda di AGICES e Altreconomia per il 2014: tascabile, elegante e con copertina in materiale riciclato, propone 365 giorni da vivere in modo equo e solidale.

Passa subito in Bottega!

Dettagli sull’agenda

Equo Garantito in Veneto

veneto

Vuoi prendere contatti con le Organizzazioni Eque e Solidali del tuo territorio?

In Veneto ci sono 11 Organizzazioni di Commercio Equo e Solidale garantite dal Sistema di monitoraggio di AGICES.

Sono organizzazioni non profit che si impegnano per diffondere sul territorio un’economia Equa e Solidale attraverso la gestione delle Botteghe del Mondo, la proposta di servizi commerciali socialmente responsabili rivolti ai cittadini, agli enti, alle scuole e alle aziende, e l’organizzazione di attività info-educative.

Eccole:

Ragione socialeCittàWeb
ACLI S.GAETANOMirano (VE)www.banderaflorida.it
AQUA ALTRAVeneziawww.aquaaltra.it
CANALETE – CTMValdagno (VI)www.canalete.org
CTM ALTROMERCATOBolzano/Veronawww.altromercato.it
EL FONTEGOMestre-Venezia (VE)http://elfontego.interfree.it
FARE IL MAPPAMONDOChioggia (VE)www.fareilmappamondo.org
LE RONDINIVeronahttp://rondine.altromercato.net/
PACE E SVILUPPOTrevisowww.pacesviluppo.it
SAMARCANDABellunowww.eun.org
UNICOMONDOVicenzawww.unicomondo.org
ANGOLI DI MONDOPadovawww.angolidimondo.it

Le leggi per il Commercio Equo e Solidale e il percorso della Regione Lombardia

Convegno pubblico

venerdì 15 novembre, ore: 16.00 a Milano

presso l’Acquario civico, Viale Gadio, 2

Il processo di riconoscimento legislativo è uno degli ambiti di attività di AGICES che riconosce l’importanza di un quadro normativo capace di tutelare e promuovere il Commercio Equo e Solidale, a supporto dei produttori marginalizzati delle aree più povere del pianeta nonché dei consumatori.

Il convegno organizzato da AGICES intende essere un importante momento di confronto sull’iter della legge sul Commercio Equo e Solidale promossa tramite iniziativa popolare nella Regione Lombardia. Per far questo, si partirà dal percorso di legge nazionale e dall’esperienza di una legge regionale già ben funzionante come quella della Regione Veneto.

L’iniziativa è prevista all’interno delle celebrazioni organizzate da Altromercato, socio di Agices, in occasione del suo venticinquennale.

Programma

Ore 16.00 Accoglienza ospiti

Ore 16.15 Introduce e coordina: Alessandro Franceschini – presidente AGICES

Ore 16.25 Dott. Lino Duilio e On. Simonetta Rubinato: Riconoscimento, tutela, promozione: il percorso verso una legge nazionale sul Commercio Equo e Solidale

Ore 16.45 Diego Vecchiato – dirigente Regione Veneto, Relazioni Internazionali: Un percorso di rete tra organizzazioni di commercio Equo e Solidale e Istituzioni: l’esperienza della Regione Veneto

Ore 17.05

Giovanni Paganuzzi, esperto legale AGICES: L’obiettivo di una legge regionale nella territorio italiano a più alta presenza di organizzazioni eque e solidali: la Lombardia

Sono invitati ad intervenire:

Angelo Ciocca – Presidente Commissione Attività produttive e occupazione

Luca Gaffuri – consigliere Regione Lombardia

Ore 17.35 Segue dibattito partecipato dalle organizzazioni di Commercio Equo e Solidale della Regione Lombardia

Ore 18.00 Chiusura

Programma e approfondimento sulla legge equosolidale in Lombardia

Equo Garantito in Emilia Romagna

emiliaromagna

Vuoi prendere contatti con le Organizzazioni Eque e Solidali del tuo territorio?

In Emilia Romagna ci sono 12 Organizzazioni di Commercio Equo e Solidale garantite dal Sistema di monitoraggio di AGICES.

Sono organizzazioni non profit che si impegnano per diffondere sul territorio un’economia Equa e Solidale attraverso la gestione delle Botteghe del Mondo, la proposta di servizi commerciali socialmente responsabili rivolti ai cittadini, agli enti, alle scuole e alle aziende, e l’organizzazione di attività info-educative.

Eccole:

N° socioRagione SocialeCittà Sito web
52ALTRA QUALITA’Voghiera (FE)
100BOTTEGA DEL SOLECarpi (MO)www.bottegadelsole.org
138C’E’ UN MONDOBolognawww.ceunmondo.it
93EQUAMENTEForlì
86EX AEQUOBolognawww.exaequo.bo.it
142IL MAPPAMONDOParma
23IL VILLAGGIO GLOBALERavennawww.villaggioglobale.ra.it
139L’ARCOIRISPieve di Cento (BO)www.arcoiriscoop.it
40OLTREMAREModenawww.coopoltremare.it
63PACHA MAMARiminiwww.pachamama-rimini.org
43RAVINALAReggio Emiliawww.ravinala.org
147SAN CASSIANOImola

Per i soci: download materiali “Cosa deve ancora accadere?”

Cari Soci,
in merito alla notizia “Cosa deve ancora accadere?” con cui abbiamo voluto esprimere il nostro sdegno per i drammatici eventi accaduti a Lampedusa, mettiamo a disposizione una locandina e le immagini perché possiate utilizzarle nei vostri siti web, newsletter e pagine Facebook.

Clicca per scaricare:

Locandina A3 in pdf

Immagine per copertina Facebook

Striscia per web e newsletter

Cosa deve ancora accadere?

lampedusa striscia

Cosa deve ancora accadere perché ci si renda conto che abbiamo imboccato la strada sbagliata?

Quanti altri bambini, donne e uomini che sfuggono a violenze e a situazioni economiche insostenibili nei loro paesi d’origine dovranno essere sacrificati? Quanto tempo passerà prima che in Italia si smetta di chiamare ‘clandestini’ dei migranti o dei profughi?

Queste e altre domande devono trovare delle risposte strutturali al di là della retorica provocata dall’emozione del momento.

“Il Movimento del Commercio Equo e Solidale nasce e cresce proprio dalla consapevolezza che è necessario partire dal superamento delle disuguaglianze economiche a livello globale per cercare vie più sensate di sviluppo, compatibili con il rispetto delle persone e dell’ambiente.

Ogni giorno vogliamo ripetere con forza da tutte le nostre botteghe che bisogna cambiare strada, creando un’economia fondata sulla relazione e sull’equità, su scambi solidali e su un’idea di futuro in cui l’economia crei benessere diffuso, non ricchezza per pochi e le stragi di Lampedusa per gli altri”.

Alessandro Franceschini, Presidente AGICES

Successo per la Campagna Fair Trade Beyond 2015

Oltre 500 firme raccolte

Il Fair Trade Advocacy Office consegna le firme al Commissario EU allo Sviluppo

Il Fair Trade Advocacy Office consegna le firme al Commissario EU allo Sviluppo

Si è chiusa un’altra fase della campagna internazionale Fair Trade Beyond 2015, promossa dal Fair Trade Advocacy Office per chiedere ad enti locali, pubbliche amministrazioni, organizzazioni della società civile e Botteghe del Mondo di sottoscrivere una Dichiarazione rivolta ai leader dei governi mondiali. Obiettivo finale: incidere sulla definizione di un nuovo quadro globale per il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio dopo il 2015, per un mondo più equo, giusto e sostenibile.

Dopo la prima firma, del Sindaco di Poznan (Polonia), altri 200 Sindaci, 120 rappresentanti di autorità locali e 270 Organizzazioni della Società civile hanno sottoscritto la Dichiarazione promossa dalla campagna.

In Italia 30 Sindaci e 36 Organizzazioni di Commercio Equo e Solidale hanno firmato: questo è il frutto del lavoro di rete del nostro movimento!

Adesso attendiamo di vedere in che modo le “nostre” richieste verranno recepite dai leader mondiali, che si sono riuniti lo scorso 25 settembre a New York per discutere i nuovi Obiettivi del Millennio dopo il 2015.

maggiori info sulla campagna

scopri chi ha firmato

il ruolo di AGICES

In Italia la campagna “Commercio Equo oltre il 2015” è sostenuta da tutti i Soci italiani WFTO: AGICES, Associazione Botteghe del Mondo, Altraqualità, Ctm altromercato, Ctm Agrofair, Equomercato, Liberomondo.