Conferenza stampa di lancio della Global Fair Trade Week 2015

Consegna ufficiale al Sindaco Pisapia della nomina di Milano a capitale globale del commercio equo e solidale

martedì 6/5 alle 11 presso Urban Center
Galleria Vittorio Emanuele 11/12, Milano

MILANO CAPITALE MONDIALE DEL COMMERCIO EQUO DAL 23 AL 31 MAGGIO 2015 OSPITERA’ LA GLOBAL FAIR TRADE WEEK:
una settimana di eventi, incontri, conferenze, sfilate, fiere mercato e show cooking dedicati ai temi dell’economia sociale in tutto il mondo.

In attesa di questo appuntamento di portata mondiale, l’Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale (AGICES) e la World Fair Trade Organization (WFTO) vi aspettano alla conferenza stampa per la consegna ufficiale al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia del testimone di città capitale globale del Commercio Equo e Solidale 2015 e la presentazione in anteprima della Global Fair Trade Week

INTERVERRANNO
Giuliano Pisapia – Sindaco di Milano
Alessandro Pollio Salimbeni – Direttore centrale Attività produttive, Commercio, Turismo, Marketing territoriale del Comune di Milano
Rudi Dalvai – Presidente di WFTO mondiale
Alessandro Franceschini – Presidente di AGICES
Giorgio Dal Fiume – Presidente di WFTO Europa
David Cambioli –  Vice Presidente di AGICES
Stefano Magnoni – Cooperativa Chico Mendes Altromercato di Milano

Modera Pietro Raitano – Direttore di Altreconomia
SCARICA L’INVITO QUI

Al via la campagna RanaPlaza #Pay Up

Il 24 aprile 2013 in Bangladesh, Il Rana Plaza Factory Complex andava in pezzi portando via con sé 1.133 vite: lavoratrici e lavoratori che confezionavano capi per grandi aziende della moda, in condizioni di totale insicurezza, per un salario irrisorio.

Il 24 aprile 2014 per le vittime del Rana Plaza sarà una giornata importante: di commemorazione, rivendicazione e mobilitazione in tutto il mondo.

 

Invitiamo le organizzazioni di Commercio Equo ad attivarsi, aderendo alla campagna RanaPlaza #Pay Up, patrocinata da AGICES.

CAMPAGNA RanaPlaza #Pay Up

Per info clicca qui

Ad un anno dal crollo del palazzo le vittime non hanno ancora ricevuto il giusto risarcimento per i danni subiti.

Alcune aziende coinvolte hanno versato denaro nel Donor Trust Fund, altre, come Benetton, NO!

Il 24 Aprile deve trasformarsi in una grande giornata di mobilitazione che costringa Benetton ad assumersi pubblicamente le sue responsabilità partecipando al Donor Trust Fund con almeno 5 milioni di dollari.

Per questo le Organizzazioni equosolidali sono invitate ad allestire un angolo dedicato alla raccolta firme e al punto informazioni sul caso Rana Plaza, oltre a diffondere la campagna sui propri canali di comunicazione.

Scaricate qui il volantino
Scaricate qui il foglio firme per la petizione
Scaricate qui la lista dei tweet che potete utilizzare copiandoli nei vostri account

Le firme raccolte andranno poi spedite alla campagna Abiti Puliti (vi daremo istruzioni in merito) in modo da fare un unico grande invio a Benetton.

 

Sempre il 24 aprile, in tutto il mondo, partirà la campagna Fashion Revolution:

CAMPAGNA Fashion Revolution

Per info, clicca qui

Fashion Revolution day è…
…una giornata per non dimenticare e per chiedere giustizia,
…una campagna internazionale per denunciare la moda che sfrutta, opprime, uccide e condanna milioni di persone a vivere e lavorare in modo non dignitoso,
…una richiesta globale di trasparenza e giustizia lungo tutta la filiera produttiva di ogni capo che indossiamo.

Il 24 aprile 2014 in tutto il mondo, ogni individuo che è interessato a ciò che indossa si attiverà per sostenere un grande, unico messaggio di cambiamento e di giustizia.

La principale azione proposta dalla campagna è quella di indossare un capo di abbigliamento InsideOut, cioè al rovescio, e di diffonderne la foto, utilizzando l’hastag #INSIDEOUT: questo servirà a rendere visibile chi ha fatto il nostro abito, dove l’ha realizzato e in quali condizioni. Questo sarà il modo per dire al mondo quanto è importante saper rispondere alla domanda “who made your clothes?”

Convocazione Assemblea AGICES

Cari amici e amiche delle Organizzazioni italiane di Commercio Equo e Solidale,

la 29ª Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale è convocata a Roma presso la sede legale, in prima convocazione il venerdi 16 maggio presso la sede legale a Roma e in seconda convocazione il

17 e 18 MAGGIO 2014
a Trento
presso l’Hotel Everest, Corso degli Alpini 14 

ATTENZIONE:

–   l’appuntamento di Trento si aprirà già dal venerdì 16 maggio pomeriggio con il TAVOLO DEGLI IMPORTATORI. Un appuntamento per aggiornare le reciproche visioni sul commercio equo, per condividere i criteri su produttori di economia sociale/solidale italiana, per mettere in piedi un confronto sull’armonizzazione delle politiche commerciali che possa cosituire una base di lavoro comune. Leggi di più QUI

–    sabato 17 maggio – e domenica mattina 18 maggio: Assemblea dei Soci AGICES

DOCUMENTI DA SCARICARE

– l’Ordine del Giorno QUI
– tutte le informazioni logistiche, inclusi i costi di vitto e alloggio QUI
– indicazioni per raggiungere la sede dell’Assemblea QUI
– il Regolamento Assembleare QUI
– fac simile per deleghe QUI
– documento L’Equo e Solidale in movimento e relativi contributi QUI
– Bilancio consuntivo al 31 dicembre 2013 (e documenti allegati) QUI


PER L’ISCRIZIONE

Vi preghiamo di compilare ed inviare modulo di iscrizione ENTRO E NON OLTRE il prossimo 3 MAGGIO 2014 compilando on-line QUI

QUOTA SOCIALE

Vi ricordiamo che ENTRO l’Assemblea i Soci che non avessero ancora provveduto a farlo sono tenuti a versare la quota sociale per l’anno in corso, condizione necessaria per aver diritto a partecipare alle decisioni nonché sostanziale per far vivere l’Associazione.

Il versamento va effettuato sul Conto Corrente Bancario n. 109482 (EU BBAN: IT72 I050 1803 2000 0000 0109 482 – ABI 05018 – CAB 03200 – CIN I) di Banca Popolare Etica intestato a Associazione Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale, Roma.

 

Vi aspettiamo, quindi, numerosi a Trento!


il Consiglio Direttivo dell’Ass. AGICES

Parte #VOTE4FT – Vote for fair trade

#VOTE4FT è la campagna europea per un commercio equo e solidale
lanciata in Italia da AGICES e Altromercato

In vista delle prossime elezioni del Parlamento Europeo, che si terranno domenica 25 maggio, AGICES e Altromercato lanciano in Italia la campagna internazionale  #VOTE4FT – Vote for Fair Trade, una mobilitazione voluta dalle maggiori Organizzazioni del Commercio Equo e Solidale in tutta Europa per chiedere ai candidati di inserire il fair trade nell’agenda politica del prossimo Parlamento europeo. www.vote4ft.it

La riuscita della campagna dipenderà soprattutto dall’azione dei singoli cittadini che avranno la possibilità di contribuire in prima persona al cambiamento, chiedendo ai candidati di sostenere un’economia più giusta, rispettosa dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente. Basterà infatti collegarsi al sito www.vote4ft.it, scoprire l’elenco dei candidati alle Europee e inviare direttamente a loro un invito a sottoscrivere un Manifesto Internazionale del Commercio Equo e Solidale (verione completa qui) in 5 punti:

1 – economia centrata sulle persone, sui diritti dei lavoratori e dell’ambiente
2 – filiere responsabili, eque e solidali in tutti i passaggi, senza prevaricazioni e sfruttamento
3 – ingresso sul mercato di piccoli produttori svantaggiati del Sud del Mondo e non solo
4 – politiche commerciali rivolte al benessere economico, sociale ed ambientale di tutti
5 – promozione del Commercio Equo e Solidale a livello locale, regionale, nazionale ed europeo

Al Manifesto hanno già aderito Martin Schulz, attuale Presidente del Parlamento Europeo e candidato socialdemocratico alla presidenza della Commissione Europea, e Ska Keller, candidata alla presidenza della Commissione per i Verdi europei.

Le informazioni su ciò che ogni candidato si impegnerà a fare una volta eletto saranno disponibili on line. Le attività della campagna continueranno anche dopo le elezioni per assicurare che i rappresentanti eletti rispettino i loro impegni.

La campagna Vote4FT è promossa dalle maggiori Organizzazioni del Commercio Equo e Solidale di 15 paesi europei – Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Svezia, Ungheria – e in Italia è sostenuta da Altromercato in collaborazione con AGICES (Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale). Il coordinamento della Campagna è a cura di FTAO – Fair Trade Advocacy Office.

Al via la campagna Zucchero amaro

AGICES sostiene la campagna di Altromercato “Zucchero amaro”, per chiedere verità e giustizia nelle Filippine, in seguito all’omicidio di Romeo Capalla, Presidente di PFTC.

Domenica 23 marzo si sono tenuti i funerali di Romeo Capalla, il Presidente di PFTC barbaramente ucciso il 15 marzo (vedi notizia del 19 marzo qui). Hanno partecipato quasi 6.000 persone che sono arrivate da tutta l’isola di Panay per rendere omaggio a “Romy”, presidente, ex-manager, collega ma soprattutto amico e vicino ai poveri.  La pioggia non ha fermato nessuno e molte persone indossavano una maglietta con la scritta Justice for Romeo Capalla, Vogliamo giustizia per Romeo Capalla.

CLICCA QUI per leggere come si sono svolti i funerali.

Il consorzio Altormercato – Socio di AGICES – ha lanciato una campagna per ricordare Romeo Capalla e per pretendere verità e giustizia nelle Filippine: questo è infatti il centottantesimo omicidio dal luglio 2010 di una persona impegnata nella difesa dei diritti umani e nella società civile filippina (leggi tutto). In questa situazione anche i produttori di Commercio Equo sono sistematicamente attaccati e perseguitati da anni: subito dopo l’assassinio di Romeo, è stato incendiato il mulino di Kamada dove si lavora lo zucchero Mascobado in vendita nelle Botteghe Altromercato.

AGICES invita chi ancora non l’avesse già fatto ad aderire all’iniziativa “Zucchero amaro” che partirà in tutte le botteghe aderenti il 15 aprile – a trenta giorni dalla morte di Capalla.

CLICCA QUI per leggere tutto sulla campagna Zucchero amaro e attivati!