NUOVO RAPPORTO AGICES

Esce il nuovo Rapporto Annuale di AGICES: tutti i numeri del movimento del Commercio Equo e Solidale italiano, corredati da commenti, storie e aggiornamenti!

Il Rapporto AGICES è stato presentato nel corso della 29°Assemblea – che si è svolta a Trento il 17 e il 18 maggio 2014:  ad oggi AGICES raggruppa 84 realtà equosolidali, Organizzazioni distribuite su tutto il territorio, che fatturano nel complesso oltre 83milioni di euro e sono animate da quasi 30mila soci. Oltre mille sono i lavoratori impiegati nel fair trade in Italia, quasi 5mila sono i volontari mentre 253 sono i punti vendita sul territorio.

“Il Fair trade italiano è vitale e capace di trovare strade innovative e formule inedite per ridisegnare il proprio futuro”, ha dichiarato il Presidente di AGICES Alessandro Franceschini, della cooperativa Pace e sviluppo di Treviso. “Anche perché sono anni non facile per il movimento italiano del commercio equo e solidale: dopo un periodo di espansione delle vendite, oggi le cooperative e le associazioni registrano una stasi. Ma se il quadro complessivo offre elementi di preoccupazione, più numerosi sono gli aspetti che inducono all’ottimismo per i prossimi anni”.

SCARICA IL RAPPORTO QUI

L’Equo in movimento

Leggi i commenti a questo documento

L’Equo in Movimento è un documento che riteniamo importante e fondamentale per il futuro del Commercio Equo e Solidale in Italia, e di tutte le nostre Organizzazioni Socie.

E’ la riflessione del direttivo di AGICES sulle prospettive del nostro Movimento e sugli strumenti e le azioni che a nostro avviso dovremmo mettere in campo per rilanciare con forza il nostro messaggio. E per far tornare in massa i consumatori nelle nostre botteghe.

Il documento è stato presentato nel corso dell’Assemblea dei Soci tenutasi a Ferrara il 5 ottobre: ne è nato un percorso di condivisione e di ascolto dei soci e del Movimento che ci condurrà a votare il documento durante l’assemblea di primavera.

Per intanto vi chiediamo di diffondere il più possibile queste pagine all’interno delle vostre Organizzazioni: di discuterlo nelle vostre assemblee, nei consigli di amministrazione e nei direttivi, nelle riunioni con i lavoratori, i soci, i volontari, nei coordinamenti territoriali con le altre botteghe. Abbiamo infatti bisogno di capire quanto le nostre idee possano essere condivise (e migliorate) perché questo documento diventi in futuro una guida per la nostra evoluzione e il nostro rilancio. Come leggerete è una visione che comporta anche dei cambiamenti di rotta e degli impegni concreti da parte di tutti noi: siamo un Movimento? E allora dobbiamo muoverci.

Potete scrivere commenti e considerazioni a presidenza@agices.org.
Tutti i pareri e i commenti saranno tenuti in considerazione.

Il Consiglio Direttivo di AGICES

Scarica il documento: l’Equo e Solidale in Movimento – Percorsi, evoluzioni, scelte

Commenti e allegati al documento:

* Come mettere in pratica il Documento 2.0
* il commento di Leonardo Becchetti
* il commento di Riccardo Bonacina
* il commento di Pietro Raitano
* Commento di Elena Viganò
* “In Bottega lo scambio è un incontro” di Roberto Mancini (Altreconomia)
* “La felicità sostenibile”: dal blog di L. Becchetti
* Contributo Mandacarù
* Contributo Pace e Sviluppo
* Contributo Altromercato

Campagna per la Legge regionale equosolidale in Piemonte

Al via la campagna per riattivare
la legge equosolidale piemontese

La campagna su: www.equogarantito.org/piemonte

In Piemonte è partita una mini campagna che chiede ai candidati alla Presidenza della Regione di attivare la Legge regionale a favore del commercio equo e solidale, che nonostante sia stata approvata nel 2009 (clicca qui per saperne di più), è ad oggi ancora non funzionante.
Vi alleghiamo QUI un documento condiviso da tutte le Organizzazioni equosolidali del territorio, Socie e non di AGICES, che è stato inviato ai candidati nei giorni scorsi.

ADESIONI

Ad oggi hanno aderito alla campagna, dichiarando formalmente di impegnarsi in favore della legge regionale equosolidale, SERGIO CHIAMPARINO, DAVIDE BONO e GILBERTO PICHETTO.

COMUNICATO STAMPA

Scarica il comunicato stampa QUI

 

 

Auguri da AGICES per la Giornata Mondiale del Commercio Equo

AGICES augura a tutti i propri Soci e a tutte le Organizzazioni di fair trade italiane e non, una buona Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale

Sabato, 10 maggio 2014, si festeggia la World Fair Trade Day.

La Giornata Mondiale del Fair Trade sarà celebrata in sei continenti in tutto il mondo e verrà gestita dai Soci dell’Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e Solidale (WFTO). Dalle isole del Pacifico alle Ande, dalla Palestina al Bangladesh, dalla Mongolia al Kenya, verranno organizzati seminari, banchetti , fiere, concerti e sfilate di moda per celebrare il “Fair Trade People”. Come ogni anno, questa è la più grande giornata celebrativa del commercio equo del pianeta.

Il World Fair Trade Day è un’iniziativa della WFTO che si svolge il secondo Sabato di maggio di ogni anno. Si tratta di un avvenimento che vede coinvolto tutto il mondo, con eventi che celebrano il commercio equo e solidale sottoforma di contributo concreto alla lotta contro la povertà e lo sfruttamento, al cambiamento climatico ed alla crisi economica che ha maggiore impatto soprattutto sulle popolazioni più svantaggiate del mondo. La crisi globale conferma la necessità di un’economia equa e sostenibile a livello locale e globale. Il Commercio deve andare a vantaggio dei più vulnerabili e fornire loro mezzi di sussistenza sostenibili attraverso lo sviluppo di opportunità per i produttori più piccoli. Ad oggi milioni di produttori e commercianti, imprese, attori politici, organizzazioni di sostegno e volontari hanno contribuito alla crescita sostanziale del commercio equo e solidale a livello globale.

Come le persone possono sostenere il World Fair Trade Day:

· Acquistando e consumando i prodotti del commercio equo e solidale
· Condividendo le proprie foto su tutti i social media, utilizzando hashtag # FairTrade e # WFTDay
· Organizzando un evento mondiale del commercio equo e solidale nelle proprie città e pubblicizzando l’evento sul nostro sito http://bit.ly/WFTDAY_Calendar
· Aiutandoci a diffondere la parola del commercio equo e solidale, seguendo i social media: Facebook, Twitter, Google+, LinkedIn e YouTube

“Durante gli anni in cui sono stato coinvolto nel commercio equo e solidale, ho personalmente incontrato decine di migliaia di persone che mi hanno dimostrato come ognuno di noi può fare la differenza. Siamo un gruppo di persone impegnato a lavorare insieme verso un obiettivo comune ed il WFTDay celebra proprio la dedizione di questa organizzazione e tutte le sue conquiste. ” Rudi Dalvai, presidente WFTO

Il commercio equo mondiale e il Sindaco di Milano

Il Commercio equo mondiale consegna al Sindaco Pisapia la nomina di Milano a capitale globale del commercio equo e solidale.

Martedì 6/5 alle 11 presso Urban Center, si è svolta la conferenza stampa di lancio della World Fair Trade Week 2015: in chiusura, il movimento del fair trade mondiale – riunito per l’occasione – ha consegnato nelle mani del Sindaco Pisapia la nomina di Milano a capitale globale del commercio equo e solidale.

All’evento, partecipato da stampa, Istituzioni e rappresentanti del mondo del commercio equo, sono intervenuti i maggiori esponenti del fari trade italiano e internazionale, per raccontare lo stato attuale del movimento e per spiegare il senso della World Fair Trade Week 2015: un grande evento di portata mondiale che dal 23 al 31 maggio 2015 animerà la città con iniziative dedicate ai temi dell’economia solidale.

Rudi Dalvai – Presidente di WFTO mondiale – ha spiegato il ruolo della Organizzazione mondiale del commercio equo e solidale, raccontanto come si è svola la scorsa edizione della World Fair Trade Week (Rio de Janeiro, 2013); Alessandro Pollio Salimbeni – Direttore centrale Attività produttive, Commercio, Turismo, Marketing territoriale del Comune di Milano – ha raccontato il passaggio di testimone avvenuto a Rio de Janeiro, dove Milano è stata nominata capitale globale del commercio equo per il 2015; Alessandro Franceschini – Presidente di AGICES – ha dato un’idea sui dati del movimento del commercio equo in Italia; David Cambioli –  Vice Presidente di AGICES – ha spiegato il senso della World Fair Trade Week 2015 raccontandone anche il programma; Giorgio Dal Fiume – Presidente di WFTO Europa – ha dato un’idea del movimento fair trade a livello europeo, ricordando che sabato 10 maggio si svolgerà la World Fair Trade Day 2014.

La conferenza si è chiusa con un discorso del Sindaco, che ha espresso l’orgoglio di tutta l’amministrazione comunale di fronte alla nomina della città a capitale globale del commercio equo e ha sottolineato l’importanza del contributo che il nostro movimento offre nel dibattito attuale su come ripensare lo sviluppo in una chiave più sostenibile e solidale.

“Il Commercio Equo e Solidale – ha detto il Sindaco di Milano – rappresenta una vera rivoluzione economica e oggi può essere un ulteriore fattore di ripresa. Con la Global Fair Trade Week, Expo si arricchisce di una importante presenza per il dibattito sulle strategie planetarie per l’alimentazione. Con il Commercio equo arriva nell’Expo la voce di autentici pionieri, che hanno anticipato i temi della sostenibilità alimentare: l’equo compenso dei produttori, la lotta all’agricoltura estensiva e inquinante, il consumo critico. Per Milano è il coronamento e il rilancio di un impegno comune, che abbiamo portato avanti con tutte le Associazioni”.

Materiali cartella STAMPA

Dichiarazione del Sindaco di Milano QUI

Cs: Fair Trade Week QUI

Approfondimento: Milano capitale globale del commercio equo QUI

Approfondimento: Il commercio equo verso EXPO 2015 QUI

Approfondimento: i dati AGICES del commercio equo italiano QUI

Cs: World Fair Trade Day QUI

Foto QUI