BUONE FESTE, BUONA PRATICA!

Cari Soci,

in questi giorni in cui i cambiamenti climatici sono stati al centro delle discussioni mondiali, abbiamo ribadito con forza, insieme a WFTO e alle nostre associazioni sorelle, che “non c’è resilienza climatica senza giustizia nel commercio”. Serve ricordarlo, perché vale per tutte le grandi sfide che l’umanità si trova ad affrontare. Senza giustizia nel commercio non c’è pace, non c’è uguaglianza, non c’è qualità dei territori.

Gli auguri che vi e ci facciamo sono di continuare a dare corpo a questa convinzione.

Come Consiglio Direttivo e come staff siamo impegnati perché il 2020 possa essere un anno di costruzione della nuova strategia pluriennale. Un compito da realizzare insieme, perché l’associazione possa rappresentare, allargare, rafforzare il movimento del Commercio Equo e Solidale italiano, possa essere custode e innovatrice della Carta dei Criteri che ha compiuto vent’anni, possa dare sostegno alle questioni di sostenibilità e intergenerazionalità delle nostre imprese.

Le storie dei produttori e delle organizzazioni, le nostre storie, dimostrano che “comprare EQUO (è) successo GARANTITO”. E’ garantito perché è dimostrato e vissuto. Sappiamo di avere un potere da praticare, che è il potere dei segni di cui parlava Tonino Bello. Buon 2020 allora, buona pratica.

Il Consiglio Direttivo (Marco, Maria Teresa, Angelo, Eleonora, Fabrizio, Patrizia)

Regala EQUO, successo GARANTITO

Ogni giorno, con le nostre scelte di consumo, possiamo fare la differenza e contribuire alla costruzione di un mondo più equo. Ogni atto di acquisto ha in sé una forza enorme: quella di indirizzare le grandi aziende verso scelte sostenibili per l’ambiente e per i lavoratori, in qualunque parte del mondo.

E’ per questo che a Natale diventa ancora più importante chiedersi da dove arrivino i prodotti che acquistiamo e in quali condizioni sociali ed ambientali siano stati realizzati. Un regalo del Commercio Equo e Solidale ha un significato in più: quello della dignità, della solidarietà, del rispetto per le persone e per il pianeta in cui viviamo.

A Natale (ma anche in tutto l’anno), regala EQUO, successo GARANTITO (per chi lo produce, per chi lo consuma). Fai i tuoi acquisti nelle nostre Botteghe!

Il messaggio del Commercio Equo e Solidale in occasione di COP25

Non c’è resilienza climatica senza giustizia nel commercio. I piccoli produttori devono essere al centro delle negoziazioni per la crisi climatica globale”. È questo il focus del messaggio del movimento internazionale del Commercio Equo e Solidale – sottoscritto anche da Equo Garantito – in occasione di COP25, la 25esima Conferenza delle Parti della Convenzione delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC) che si apre oggi 2 dicembre a Madrid e continua fino al prossimo 13 dicembre.

I piccoli agricoltori si trovano a combattere sempre di più con siccità, inondazioni ed imprevedibili cambiamenti del clima. Un’azione urgente, concreta e ambiziosa è ora necessaria. Per questo, le organizzazioni firmatarie sollecitano le Parti presenti a COP25 a riconoscere politiche e pratiche commerciali eque in quanto importanti componenti delle strategie di mitigazione e adattamento climatici. È altresì fondamentale affrontare le tematiche di pratiche commerciali ingiuste, squilibri di potere nelle catene di valore, filiere di produzione e consumo sostenibili nelle imminenti negoziazioni sul clima. Disuguaglianza e cambiamento climatico sono intrinsecamente connessi.

Così come le loro soluzioni. Modalità più eque di redistribuire il valore lungo le catene di fornitura rendono possibile raggiungere obiettivi sociali ed ecologici spartendo più equamente il peso del cambiamento degli attuali, insostenibili modelli di produzione.

SCARICA IL COP 25 Position Paper