Elezioni Europee 2019 – Candidatevi per un’Europa più equa e solidale

Tra poco più di 2 mesi, il 26 maggio prossimo, si voterà per l’elezione del nuovo Parlamento Europeo. Oltre 700 parlamentari andranno a rappresentare i cittadini degli Stati Membri e a portarne le istanze.

L’Europa che immaginiamo è caratterizzata da valori fondamentali come l’inclusione, la giustizia, l’uguaglianza nei diritti e l’accoglienza.

Il Commercio Equo e Solidale da oltre 30 anni in tutta Europa con centinaia di organizzazioni, lavora per promuovere regole commerciali più eque, giustizia sociale ed economica e il rispetto dei diritti delle persone e dell’ambiente.

Per questo, Equo Garantito lancia un appello a tutti/e coloro che sostengono i valori e le proposte del Commercio Equo e Solidale perché possano partecipare attivamente alla costruzione dell’Europa che viviamo ogni giorno.


LETTERA APERTA AI SOSTENITORI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE
(e di un’economia ed una finanza sostenibili e più giuste per tutti).

Candidatevi!
Ve lo chiediamo perché crediamo che esista un Italia che è esempio di solidarietà, legalità e lotta alle ingiustizie. Siamo orgogliosi di questa Italia e vogliamo che sia rappresentata nelle istituzioni.

Voi che avete fondato la vostra vita sulla promozione di un’economia più equa e sostenibile, sulla legalità, sul rispetto per la democrazia e i diritti umani, sulla solidarietà con chi ha avuto poca fortuna nella vita, per la promozione di una finanza che promuova l’interesse di tutti.
Avete competenza, esperienza di partecipazione, motivazione e potete esprimere queste idee e promuovere questi principi anche nella sfera pubblica.

E’ giusto che esprimiate queste idee anche nelle istituzioni. Portate i valori in cui ci riconosciamo fuori dalle nostre case, fuori dalle nostre botteghe.
Portiamoli, insieme, nelle istituzioni perché c’è un Italia che ha bisogno di riconoscersi e di essere rappresentata.

Nel nostro Paese, ci sono 30.000 persone, socie attive di una organizzazione di Commercio Equo e Solidale, ci sono milioni di consumatori che sostengono le nostre iniziative e questo è il punto da cui partire.

Ve lo chiediamo come movimento italiano del Commercio Equo e Solidale.
Candidatevi!

Firenze Bio – appuntamento con Equo Garantito e il Villaggio dei Popoli

A Firenze Bio – la fiera del biologico e Biodinamico a Firenze ci saremo anche noi insieme a il Villaggio dei Popoli.

Nello stand “Scegli equo – cambia il futuro” potrete sentire, immaginare, conoscere e scegliere i prodotti del Commercio Equo e Solidale: cacao, caffè, tisane, prodotti del baobab, e molto altro.

Ci accompagneranno in questo viaggio alcune storie dei produttori e dei prodotti che vengono lavorati e distribuiti in Italia da alcune delle principali organizzazioni di Commercio Equo e Solidale e socie di Equo Garantito.

PROGRAMMA

Il programma prevede appuntamenti e degustazioni per tutti i giorni della fiera.
In particolare per le scuole sarà possibile scegliere alcuni percorsi su temi specifici:

  • Il Cacao Equo e Solidale della Colombia
  • I prodotti del Baobab albero simbolo dell’Africa: scopriamo tutti i suoi frutti
  • Il benessere che aiuta a vivere meglio: le tisane del Commercio Equo e Solidale – Armonia Ayurvethica
  • Caffè: un viaggio nel gusto con i monorigine 

Per informazioni sulle visite scrivere a promozione@villaggiodeipopoli.org

16 MARZO, ORE 17.00 – CONFERENZA

FILIERE ITALIANE, EQUE, SOLIDALI E SOSTENIBILI – COSA SONO E NUOVE OPPORTUNITÀ PER I PRODUTTORI ITALIANI

Intervengono
Cristina Sossan – Responsabile comunicazione e networking Equo Garantito
Marco Bignardi – Presidente Toscana Bio
Salvatore Stingo – Forum Nazionale Agricoltura Sociale Toscana

Modera: Giovanna Lenzuni – vice presidente Il Villaggio dei Popoli

QUI IL VOLANTINO

Vi aspettiamo.

Per info: web@equogarantito.org, promozione@villaggiodeipopoli.org

Fà la cosa giusta 2019 – Vieni a trovarci allo stand di CAES

Dall’ 8 al 10 marzo 2019 a Milano torna Fa la Cosa Giusta – fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili.

Equo Garantito sarà presente venerdì 8 dalle 13.00 alle 17.00 presso lo stand di Consorzio CAES Italia (stand SC1 al Padiglione 3 (piano terra) – Area servizi per la sostenibilità e la mobilità) per incontrare tutti coloro che desiderano ricevere informazioni su come diventare organizzazione di Commercio Equo e Solidale e aderire al nostro sistema di monitoraggio e per presentare le nuove possibilità di adesione da parte dei produttori italiani e diventare così produttore italiano di Commercio Equo e Solidale.

Per maggiori informazioni e per prenotare un incontro con il nostro staff, potete scrivere a soci@equogarantito.org.

Vi aspettiamo.

 

 

Vieni a scoprire il Commercio Equo e Solidale

La primavera è alle porte e stanno per arrivare nuovi eventi e appuntamenti di Equo Garantito in giro per l’Italia.

1 marzo 2019 – ore 21.00, Sala Città dei Papi, Savona

“Donne diritti e Commercio Equo e Solidale”, con Micol Arena – System manager Equo Garantito. Qui il programma.

15 – 17 marzo 2019, Firenze  BIO

Equo Garantito e Villaggio dei Popoli vi aspettano a Firenze Bio per presentarvi molti prodotti del Commercio Equo e Solidale allo stand dedicato e vi invitano alla presentazione delle proposte di adesione alla rete del Commercio Equo per i produttori italiani. A breve il programma definitivo.

16 aprile 2019, ore 10.00 – 13.00, Firenze

“Il ruolo del Terzo Settore nella transizione verso il business giusto e sostenibile: il caso dell’Azionariato Critico”, con Eleonora Dal Zotto – coordinatrice Equo Garantito. Seminario realizzato all’interno del programma “Business and Human Rights” – Qui il programma

A breve anche gli appuntamenti di Maggio, il mese del Commercio Equo e Solidale.

Diventa produttore italiano di Commercio Equo e Solidale

Sei un’organizzazione o impresa no profit che produce in Italia sostenendo l’economia locale e promuovendo opportunità per produttori e lavoratori in contesti difficili e di svantaggio economico?

Da oggi il Commercio Equo e Solidale ti supporta nella promozione e diffusione dei prodotti attraverso la propria rete e garantendo che la tua filiera produttiva sia davvero equa e sostenibile.

Associarsi al mondo Equo Garantito è facile, aderendo ai principi e ai valori del Commercio Equo e Solidale e al sistema di monitoraggio continuo promosso dalla nostra organizzazione, si entra a pieno titolo nel mondo del Commercio Equo e Solidale.

LE NOVITA’ INTERNAZIONALI E NAZIONALI

Le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale da tempo collaborano con produttori locali, in Italia, in Europa e non solo, sostenendo alcune filiere responsabili, sostenibili, artigianali e di alta qualità, per l’inclusione di soggetti deboli.

Finalmente, da Ottobre 2017 durante l’ultima Assemblea dell’Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e Solidale (WFTO) a New Delhi (India), si è deciso di allargare lo status di produttore Equo e Solidale anche ai soggetti locali, produttori quindi che potranno definirsi “Produttori del Commercio Equo e Solidale” se decideranno di sottoporsi ad un sistema di Monitoraggio del Commercio Equo e Solidale.

In Italia, l’Assemblea di Equo Garantito ha aggiornato quindi la Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale per poter iscrivere al Registro Italiano delle Organizzazioni di Commercio Equo e Solidale, anche le organizzazioni italiane non profit che svolgono attività di produzione di materie prime e trasformati, purché rispettino i criteri e gli standard definiti a livello italiano sulla base di quelli di WFTO e abbiano come scopo la creazione di opportunità per piccoli produttori e/o lavoratori economicamente svantaggiati.

COSA VUOL DIRE DIVENTARE PRODUTTORE ITALIANO DI COMMERCIO EQUO E SOLIDALE?

Entrare nella rete del Commercio Equo e Solidale vuol dire, prima di tutto, aderire ai valori internazionali del Fair Trade e sottoscrivere la Carta italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale. Cogliere i vantaggi che ne deriverebbero in termini di appartenenza ad un sistema codificato e riconosciuto qual è il Fair Trade/Commercio Equo e Solidale, in termini di immagine da spendere sul mercato e con le istituzioni, nonché di sviluppo di nuovi canali commerciali, tra cui la rete distributiva delle organizzazioni di Commercio Equo e Solidale.

Associarsi ad Equo Garantito permette di:

  • potenziare la verifica e il controllo interno, attraverso il nostro sistema di garanzia certificato, di tutta la filiera
  • essere riconosciuti come soggetti di Commercio Equo e Solidale nei vari territori in cui si opera
  • contribuire attivamente alla promozione di un’economia più equa e sostenibile, garantendo i diritti umani e il rispetto dell’ambiente su tutta la filiera produttiva.

Equo Garantito promuove i valori del Commercio Equo e Solidale, realizza attività di formazione ed educazione sui territori attraverso i propri soci e le campagne di advocacy, monitora le organizzazioni italiane per la corretta applicazione dei principi del Commercio Equo e Solidale.

Sei interessato e vuoi verificare se puoi diventare un produttore di Commercio Equo e Solidale?

Consulta la nota informativa per i produttori di Commercio Equo e Solidale Italiani nel Sistema di garanzia Equo Garantito – QUI e contatta la Segreteria soci per tutte le informazioni utili:soci@equogarantito.org 0444.1833757.

Bando per enti locali e organizzazioni della società civile su SDG 12

Bando per partnership innovative tra organizzazioni della società civile ed enti locali per promuovere produzione e consumo responsabili. – Scadenza 29 marzo 2019.

Il bando è promosso dal Fair Trade Advocacy Office e ha come obiettivo quello di sostenere progetti di advocacy realizzati da enti locali e organizzazioni della società civile per promuovere la produzione e il consumo responsabili e il raggiungimento dell’ SDG 12.

Le proposte di progetto dovranno contribuire ai seguenti obiettivi specifici:

  • sviluppare e promuovere approcci innovativi per promuovere la produzione e il consumo sostenibile a livello locale e in particolare il Commercio Equo e Solidale e la moda etica;
  • aumentare la visibilità di questi approcci verso i decisori politici per incoraggiare il loro supporto e impegno a livello locale;
  • facilitare la costruzione di capacità condivise tra enti locali e società civile attraverso il lavoro di rete e la conoscenza condivisa.

Le attività che possono essere finanziate sono:

  • attività di sensibilizzazione e informazione
  • scambio di conoscenze e buone pratiche tra enti locali e organizzazioni della società civile
  • attività di advocacy – coinvolgimento di rappresentanti politici a livello locale, regionale o nazionale e/o dei membri del Parlamento Europeo dei paesi coinvolti nel progetto
  • la divulgazione dei risultati dell’azione per assicurare la visibilità e la messa a conoscenza dell’attività verso i decisori politi europei.

Contributo massimo concesso: 9.000,00 euro (che rappresenta 90% del budget totale).

La scadenza per la presentazione dei progetti è il 29 marzo, ore 17.00.

Qui tutte le informazioni sul bando e le modalità di partecipazione.

QUI il link ai documenti per la presentazione.

QUI il link al sito di riferimento per il bando.

Per ulteriori chiarimenti scrivere a: web@equogarantito.org o a Fabienne Yver, Fair Trade Advocacy Office yver@fairtrade-advocacy.org.

Il Valore dei “SALDI”

I saldi sono iniziati e ormai tutti sono attenti a cercare il capo migliore ad un prezzo stracciato immaginando di poter acquistare ciò che non sempre ci concediamo.

Vige il “Decalogo per evitare le fregature” per il cliente, ma quello per il produttore?

Il valore dei SALDI equo solidali conviene al cliente che cerca prodotti buoni, di qualità e realizzati in una filiera responsabile e sostenibile e al produttore a cui è garantito il pagamento del prezzo pieno della merce prodotta.

Tutte le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale aderenti a Equo Garantito devono assicurarsi che per ogni canale di vendita, in caso di riduzione del prezzo consigliato (saldi, vendite promozionali, sconti) venga esplicitato in una specifica comunicazione al pubblico, che la riduzione effettuata non ha conseguenze rispetto al prezzo equo pagato alle organizzazioni di produttori. In questo modo il Commercio Equo e Solidale, garantisce la giusta remunerazione dei beni prodotti non mettendo a rischio la stabilità dei partner produttori.

Buoni acquisti! E se non l’avete ancora fatto, c’è ancora più di un mese di tempo per provare e scegliere tutti i prodotti del Commercio Equo e Solidale scontati nelle botteghe e negli altri punti vendita.

Cerca la bottega più vicina a te qui.

 

Storie di Donne Eque

EMPOWhER – Una prospettiva di genere sul Commercio Equo e Solidale è la nuova pubblicazione lanciata dalla rete di organizzazioni aderenti a Veneto Equo, che affronta i temi delle pari opportunità, della violenza sulle donne e dell’empowerment femminile nelle organizzazioni del Commercio Equo e Solidale del mondo.

Un approfondimento su una tematica importante, che nasce dall’esperienza delle formatrici di Veneto Equo e si propone di dare spunti per la lettura di determinati fenomeni riguardanti la questione di genere attraverso casi studio, laboratori e analisi.

I numeri sulla condizione femminile nel mondo parlano da soli e il 2017 è stato un anno nero – come segnalato dal Global Gender GAP Reoport “per la prima volta dal 2006, è aumentato il divario nella parità nell’accesso a salute,istruzione, politica e lavoro”.

“Crediamo che le donne possano essere protagoniste di un cambiamento ma ciò è possibile solo se tutti ci impegniamo. Dobbiamo essere più consapevoli di quanto sia ancora difficile per le donne, a Nord e a Sud,avere determinati diritti e raggiungere determinate posizioni. Il Commercio Equo offre la possibilità alle donne di emanciparsi, acquisire diritti, capacità, forza. Vogliamo dirlo forte e chiaro: ecco il perché di questa pubblicazione – ci dice Marta Fracasso di Unicomondo e formatrice sui temi del Commercio Equo e Solidale della rete Veneto Equo.

La pubblicazione contiene anche una sezione con alcuni esempi di attività da svolgere nelle scuole, un piccolo aiuto per chi volesse affrontare in aula (ma anche fuori) questo tema con bambine, bambini e ragazze e ragazzi.

Nei percorsi di educazione alla cittadinanza globale, promossi dalle organizzazioni di Commercio Equo e Solidale in tutta Italia, questo è un tema che non manca mai e che affrontiamo sempreconferma Marta Fracassocerchiamo di creare una relazione fra nord e sud del mondo e di parlare delle differenze che ancora oggi caratterizzano la condizione femminile nei diversi contesti.

La rete Veneto Equo – nata nel 2010 a seguito dell’approvazione della legge regionale sul Commercio Equo e Solidale, ha all’attivo numerosi progetti che hanno premesso la realizzazione di molte azioni: incontri a scuola, formazione di volontari e operatori delle realtà del Commercio Equo, diversi tour di produttori in varie città della Regione e non solo, video, pubblicazioni, spettacoli teatrali, rassegne cinematografiche, eventi pubblici di piazza ed eventi con i giovani.

Anche Equo Garantito è tra le organizzazioni aderenti alla rete e insieme ai propri soci, contribuisce alla promozione e realizzazione delle attività condividendo le buone pratiche anche su tutto il territorio nazionale.

QUI la pubblicazione da scaricare.

20 audit realizzati tra i soci di Equo Garantito nel 2018

Al lavoro fino all’ultimo giorno dell’anno … o quasi.

I valutatori di Equo Garantito chiudono oggi le visite di monitoraggio del 2018 presso le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale nostre socie. 20 audit realizzati presso:

  • Consorzio Ctm altromercato
  • Mondo Nuovo scs
  • Unicomondo cooperativa a.rl
  • Equo Mercato soc coop
  • Mondo Solidale s.c.
  • COLIBRI’ soc.coop.sociale
  • Garabombo soc cop
  • Mappamondo coop sociale a.r.l
  • Nonsolonoi
  • Cooperativa Acli San Gaetano s.c.
  • zucchero amaro
  • Tapioca
  • Asociazione Compartir Giovane
  • Coop. sociale La bottega del Sole scarl
  • AQUA ALTRA Coop sociale
  • L’ARCOIRIS società cooperativa sociale
  • Madre Terra S.C.A R.L.
  • Associazione Qui e Là
  • RAM
  • Il Villaggio dei Popoli soc. coop. A r.l.

I soci di RAM e Micol Arena (Equo Garantito), alla fine dell’audit

Un’ attività costante che coinvolge ogni anno 20 organizzazioni socie e che consente la verifica e il rispetto dei parametri definiti nella Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale, permettendo il rinnovo del riconoscimento delle organizzazioni come soggetti di Commercio Equo e Solidale.

I risultati degli audit annuali sono consultabili sul Rapporto Annuale che Equo Garantito pubblica a maggio di ogni anno e che racconta le principali attività e risultati riguardanti la nostra organizzazione e alcuni numeri sui nostri soci. Buon anno e torneremo al lavoro i primi giorni del 2019.

Senza un commercio più equo non ci può essere giustizia climatica

Dal 3 al 14 dicembre la Polonia ospita la COP24 – la conferenza mondiale sul Clima da cui, secondo molti, dipenderanno le sorti del pianeta.
Da questa COP24 ci sia aspetta molto in termini di impegni definitivi che gli Stati dovranno prendere per rispettare gli accordi di Parigi della COP21. Non si può più aspettare e gli obiettivi vanno rispettati e raggiunti.

Il Commercio Equo e Solidale internazionale presenta la sua posizione e le richieste all’ UNFCCC – United Nations Framework Convention on Climate Change, attraverso il policy statement – “Trade Justice: A key component of building smallholder farmers’ climate resilience” promosso da Fairtrade International, WFTO – World Fair Trade Organization e FTAO – Fair Trade Advocacy Office e rilanciato oggi anche dalle molte organizzazioni a livello europeo e internazionale.

Il movimento internazionale del Commercio Equo e Solidale chiede a tutti i membri e partecipanti al UNFCCC – di introdurre meccanismi vincolanti di trasparenza ed equità per un commercio più giusto, al fine di raggiungere una vera giustizia climatica nelle negoziazioni della COP 24.

Equo Garantito e Fairtrade Italia hanno firmato il policy statement e sostengono le richieste che puntano principalmente a mettere in pratica cinque misure concrete per trasformare urgentemente il sistema economico globale in modo che sia funzionale al benessere delle persone e del pianeta:

  • trasparenza e regolamentazione vincolanti;
  • sostegno finanziario;
  • corsi di formazione incentrati sui bisogni dei piccoli produttori e delle competenze tecniche necessarie;
  • investimento nella ricerca agronomica e giustizia fiscale.

QUI il Comunicato stampa di Equo Garantito e Fairtrade Italia che rilancia lo statement in Italia

QUI il Policy Statement in inglese