Costruiamo insieme una nuova normalità, scopri gli eventi

Equo Garantito e il Commercio Equo e Solidale italiano hanno lanciato #IONONTORNOINDIETRO, una campagna per non dimenticare le scelte etiche e i comportamenti che abbiamo “adottato” nella pandemia. Per costruire una normalità veramente nuova, in cui siamo noi il cambiamento che desideriamo.

La campagna dopo essere apparsa su Repubblica, Corriere della Sera, Secolo XIX, Vita, Redattore Sociale, Confidenze e dopo essere stata rilanciata su Instagram da molti influencer, continua!

Abbiamo riunito tanti esperti dei settori economia, moda, lavoro, spettacolo, informazione e comunicazione, ambiente per dare luogo ad un ciclo di eventi online.

Ecco il calendario:

LA MODA È SENZA MASCHERA
29 Aprile dalle 18,00 alle 19,30

• Roberta Lojacono (Stilista):
Panoramica della moda post-pandemia. Ripartire da una moda slow
• Deborah Lucchetti (Coordinatrice della campagna Abiti Puliti):
Campagna #PayYourWorkers
• Cecilia Frajoli Gualdi (Presidente di Dress the Change):
Come promuovere una moda sostenibile
• David Cambioli (Presidente di AltraQualità):
Come il Commercio Equo e Solidale ha fronteggiato la crisi del settore tessile durante la pandemia
• Modera: Cristina Sossan (Advisor Comune di Milano)

DALLA PARTE DELL’AMBIENTE
6 Maggio dalle 18,00 alle 19,30

• Grammenos Mastrojeni (Segretario Generale Aggiunto dell’Unione per il Mediterraneo):
Effetto serra, effetto guerra
• Giorgio Dal Fiume (Membro del Board della World Fair Trade Organization):
Il Commercio Equo e Solidale per l’ambiente
• Elisa Bacciotti (Direttrice del Dipartimento Campagne e Programmi Oxfam Italia):
2021: Ultima Chiamata!
• Elisa Nicoli (Scrittrice esperta di ambiente e autoproduzioni):
Rifiuti addio, perché prevenire è meglio di riciclare
• Modera: Giosuè De Salvo (Capo area advocacy di Mani Tese)

DA UN’ECONOMIA DI COMPETIZIONE A UN’ECONOMIA DI COOPERAZIONE
13 Maggio dalle 18,00 alle 19,30

• Leonardo Becchetti (Professore Tor Vergata):
Quale strategia di cambiamento per uscire dalla crisi post Covid
• Andrea Baranes (Vicepresidente di Banca Popolare Etica):
Il ruolo della finanza per un nuovo vivere civile
• Alessandro Franceschini (Presidente di Altromercato):
Pandemia e produttori: quale impatto e quali misure dalla rete equosolidale
• Maria Teresa Pecchini (Vicepresidente di Equo Garantito):
#IONONTORNOINDIETRO, un’istantanea del Commercio Equo e Solidale italiano
• Modera: Monica Di Sisto (Vicepresidente di FairWatch)

INFORMATI SI VIVE MEGLIO
20 Maggio dalle 18,00 alle 19,30

• Saverio Tommasi (Reporter di Fanpage):
La forza delle fake news: bufale che diventano realtà (in epoca Covid)
• Andrea Pietropaoli (CEO di Mug Agency):
Social media e informazione, la forza di un algoritmo
• Francesco Vigneri (Ricercatore e Docente LUMSA):
La narrazione del fenomeno migratorio dei media
• Duccio Facchini (Direttore di Altreconomia):
Sapere, capire, scegliere l’informazione: quali strumenti?
• Modera: Pietro Raitano (Giornalista)

VIVERE PER LAVORARE O LAVORARE PER VIVERE
27 Maggio dalle 18,00 alle 20,00

• Patrizia Luongo (Ricercatrice per il Forum Disuguaglianze Diversità):
Come costruire una nuova normalità a partire dall’ingiustizia sociale e ambientale
• Fabio Ciconte (Direttore di Terra!):
Agroalimentare sottocosto, a spese di chi?
• Pietro Fragasso (Presidente di Pietra di Scarto):
Il Commercio Equo e Solidale contro il caporalato
• Carlo Testini (Direttore di Arci Nazionale e Ultimo Concerto):
Cultura e spettacolo: a quando il “prossimo” concerto?
• Eugenio Cesaro (Frontman Eugenio in Via di Gioia):
La musica che fa la differenza
• Modera: Massimo Veneziani (Giornalista di TG3)

Contribuisci al cambiamento partecipando agli eventi online!
L’appuntamento è sulla nostra pagina Facebook!

SCOPRI DI PIÙ

#IONONTORNOINDIETRO, e tu?

Una campagna per non dimenticare le scelte etiche e i comportamenti che abbiamo “adottato” nella pandemia. Per costruire una normalità veramente nuova, in cui siamo noi il cambiamento che desideriamo. Fai la differenza!

La durissima “lezione” della pandemia ha ispirato comportamenti nuovi: abbiamo riscoperto il gusto del fai-da-te, diventando panificatori e pizzaioli; abbiamo privilegiato la mobilità dolce e la bici per i nostri spostamenti; abbiamo capito a pieno il valore delle relazioni e delle connessioni anche con le persone più lontane; abbiamo imparato a scegliere prodotti sani e giusti, che rispettano le persone e l’ambiente.

Per questo Equo Garantito, in collaborazione con le organizzazioni di Commercio Equo e Solidale socie: Altromercato, Shadhilly, LiberoMondo, AltraQualità, EquoMercato, Vagamondi, lancia la campagna #IONONTORNOINDIETRO.

Perché nessuno dimentichi quello che la pandemia ci sta insegnando e perché ciascuno, con concreti gesti etici, sia in prima persona l’artefice di una nuova normalità e di un mondo più solidale e più verde. Una campagna che interroga ciascuno di noi: “io non torno indietro. E tu?”.

Marco Fazio, presidente di Equo Garantito: “In questo periodo voci autorevoli ci hanno invitato a essere dei “costruttori”, facendo la nostra parte. Noi pensiamo che una nuova normalità sia possibile solo se siamo noi il fattore di cambiamento. Possiamo fare la differenza. Con le nostre scelte etiche quotidiane -individuali e collettive-; acquistando prodotti rispettosi delle persone e dell’ambiente; instaurando relazioni improntate a solidarietà, responsabilità, gentilezza”.

Gaga Pignatelli, coordinatrice di Equo Garantito: “Il nostro obiettivo è un’economia più giusta, più equa e più green, che comprende relazioni commerciali trasparenti, una reale parità di genere, interventi nelle scuole per far crescere cittadini consapevoli, un’informazione più responsabile e senza fake news. La pandemia ci ha reso più forti in ciascuna di queste consapevolezze. Ora non torniamo indietro: fai la differenza con un gesto etico, ogni giorno!”.

VAI IL SITO DELLA CAMPAGNA

Il silenzio assordante sulla rotta balcanica

In Bosnia si sta consumando una catastrofe umanitaria. Più di 3000 mila migranti, richiedenti asilo e rifugiati vivono all’addiaccio o in strutture fatiscenti. Continua a nevicare e le temperature sono proibitive. Se ne parla troppo poco anche se, per fortuna, diverse sono le mobilitazioni in corso e gli approfondimenti disponibili.

Abbiamo raccolto un po’ di informazioni e proposte di azione/adesione (alcune delle quali suggerite e già sostenute dai Soci di Equo Garantito) che speriamo possano contribuire a rompere il silenzio sulla “rotta balcanica”.

Rete RiVolti ai Balcani
Aderisci all’appello della rete “RiVolti ai Balcani”, con il quale si chiede alle istituzioni europee:
• di trovare una soluzione immediata all’attuale emergenza umanitaria;
• di individuare soluzioni di lungo termine che dotino la Bosnia Erzegovina di un effettivo sistema di accoglienza e protezione dei rifugiati;
• di attivare un programma di evacuazione umanitaria e di ricollocamento dei migranti in tutti i paesi dell’Unione Europea.
Firma l’appello
Per maggiori approfondimenti collegatevi alla pagina Facebook

Altreconomia
Leggi l’inchiesta di Duccio Facchini
Leggi tutti gli articoli
Acquista il dossier “La rotta balcanica”

Internazionale
Leggi il reportage di Annalisa Camilli

Avvenire
Leggi il reportage di Nello Scavo

Emmaus Italia
Aderisci all’appello e alla campagna nazionale di Emmaus Italia
Segui tutti gli approfondimenti sulla loro pagina Facebook

Campagna Tutte le vite valgono!
Aderisci alla campagna della rete DASI DIRITTI ACCOGLIENZA SOLIDARIETA’ INTERNAZIONALE – FRIULI VENEZIA GIULIA

Strada Si.Cura
Sostieni il lavoro di Strada Si.Cura, un gruppo di medicina umanitaria che lavora in stazione a Trieste per medicare e curare i migranti che arrivano dal confine, dove arrivano via terra dalla rotta balcanica. Sottoscrivi la lettera

Stay Human Onlus
Sostieni le attività umanitarie di Stay Human Onlus e segui il loro lavoro sulla pagina Facebook

IL SISTEMA DI GARANZIA EQUO GARANTITO È CERTIFICATO CSQA!

Buone notizie dal fronte del monitoraggio: a seguito degli audit svolti nel 2020, a dicembre l’ente di certificazione CSQA di Thiene (VI) ha rilasciato il certificato di conformità n.62975 per il sistema di monitoraggio Equo Garantito sui propri associati, rispetto a quanto previsto dal nostro Disciplinare Tecnico.

La verifica esterna, terzo step del sistema di monitoraggio, è quindi andata a buon fine e conferma la credibilità del sistema e accuratezza nelle procedure utilizzate.

CAFFÈ CORRETTO. Alla scoperta del Commercio Equo e Solidale e delle sue filiere

Questo libretto nasce dalla voglia di creare una piccola guida sul mondo del caffè, una delle bevande più apprezzate e consumate al mondo, ma di cui forse non si conosce bene la storia.
Una storia che molto spesso parla di sfruttamento, povertà e ingiustizia ma che, grazie al Commercio Equo, può avere un finale diverso.

La pubblicazione ci accompagna alla scoperta del caffè, le sue origini, la pianta, le fasi di produzione, fino agli squilibri del mercato e l’impatto della crisi climatica sulla produzione. Grazie al lavoro della Cooperativa Shadhilly, si arriva poi a scoprire il lato positivo: le filiere eque del caffè in Uganda, Guatemala ed India e le storie dei produttori coinvolti.
Si chiude il cerchio parlando del consumo di caffè: un viaggio alla scoperta delle diverse tecniche di preparazione (dalla moka al caffè turco) e la sua degustazione.

Tutti i testi sono stati redatti per Equo Garantito da Eleonora Frasson e Estelle Prade e per la Cooperativa Shadhilly da Massimo Mogiatti.

SCARICA IL LIBRETTO

 

“CAFFÈ CORRETTO” è anche un percorso didattico sulla piattaforma FairShare

È disponibile sulla nostra piattaforma una proposta didattica sul mondo del caffè Equo e Solidale.
La proposta, suddivisa per i diversi target (scuola primaria, scuola secondaria di primo grado, scuola secondaria di secondo grado) è personalizzabile e adattabile: una traccia di attività con le relative indicazioni per un incontro in aula di due ore.

Giochi con le immagini, quiz, video, lavori di gruppo, una ricca sezione con materiali scaricabili e tanto altro per far conoscere il mondo del caffè e la sua alternativa del Commercio Equo e Solidale.

Scopri la proposta didattica

È UN NATALE DIVERSO, FAI DIVERSO IL NATALE

In un Natale diverso, rendi speciale il tuo Natale e il Natale di chi ami. Anche a distanza e nel rispetto delle norme in vigore, non rinunciare alla solidarietà. Spesa online, consegne a domicilio, gift card, appuntamenti personalizzati, prenotazione prodotti e ceste natalizie con ritiro senza fare la fila.

Tante le proposte della rete di Botteghe del Mondo aderenti ad Equo Garantito, per un Natale migliore anche quest’anno.

Trova la Bottega più vicina, acquista online o scopri tutte le modalità per sostenere un’economia più giusta anche da casa e in sicurezza.

SCOPRI DI PIÙ

Buon Natale, equo e solidale.

EG_Blog

CI VEDIAMO A TUTTAUNALTRACOSA, IL FESTIVAL DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

Si terrà a Padova, in piazza Capitaniato, dal 25 al 27 settembre la XXVI Edizione di Tuttaunaltracosa, lo storico Festival nazionale del Commercio Equo e Solidale, organizzato dall’Associazione Botteghe del Mondo.
Equo Garantito sarà partner dell’evento e contribuirà al programma con proposte formative e culturali. Speriamo di vedervi in tanti, vi aspettiamo allo stand comune Equo Garantito e AssoBotteghe.

In particolare, vi diamo appuntamento a venerdì 25 settembre, dalle 14,30 alle 18,30, presso la sala Nassirya sotto il volto dell’Orologio in piazza Capitaniato (nella cornice di Tuttaunaltracosa), per un Workshop formativo, organizzato da Equo Garantito nell’ambito del progetto Per un’Impresa organizzata e consapevole. Strumenti per favorire la competitività e la crescita professionale (con il contributo della Regione Veneto).

Interverranno:

  • Gabriella D’Amico (Ass. Botteghe del Mondo)
  • Maria Teresa Pecchini (Equo Garantito)
  • Chiara Spadaro (giornalista e autrice della mostra Fair Trade for Future)
  • Rappresentante di un’azienda locale sostenibile.

A seguire, aperitivo gratuito ed equo presso Peace&Spice.

In ottemperanza alle regole vigenti, per partecipare all’incontro è necessaria la prenotazione alla mail > gagapignatelli@equogarantito.org

Altri appuntamenti, nell’ambito del progetto Trade Fair Live Fair:

Sabato 26 settembre, ore 16:00-17.30 presso lo stand di Associazione Botteghe del Mondo/Equo Garantito in piazza Capitaniato
Fair Trade Academy: Profumo di menta, voci di donne dalla Palestina
Intervengono Marta Fracasso (Equo Garantito) e Alessandro Mancini (Felcos Umbria e coordinatore del progetto Beethechange).

Sabato 26 settembre, ore 18:00-18.45 presso lo stand di Associazione Botteghe del Mondo/Equo Garantito in piazza Capitaniato
Fair Trade Academy: presentazione e proiezione del video Il caffè speciale dell’Uganda, incontri con i piccoli produttori (di Aldo Pavan).

Domenica 27 settembre, ore 18:00-19.00 presso lo stand di Associazione Botteghe del Mondo/Equo Garantito in piazza Capitaniato
Fair Trade Academy: presentazione e proiezione del video Per un mondo più equo. Un viaggio intorno al mondo fra i protagonisti del Commercio Equo e Solidale (di Aldo Pavan).

Scarica il programma completo

La resilienza del Commercio Equo e Solidale in emergenza Coronavirus

Come ognuno di noi e come in tutti settori dell’economia, anche il variegato mondo del Commercio Equo e Solidale italiano sta vivendo una fase di emergenza, alla quale risponde con fantasia e dedizione per non deludere i propri clienti. Le organizzazioni Socie di Equo Garantito stanno così mettendo in campo soluzioni alternative nel rispetto dei decreti ministeriali per continuare a garantire ai cittadini anche in quarantena la scelta di prodotti da filiere pulite, dirette, ambientalmente e socialmente sostenibili, mantenendo il ruolo di negozi di vicinato. Ma anche per non sprecare il cibo sugli scaffali né vanificare il lavoro di queste realtà no profit che supportano i produttori svantaggiati distribuendo i loro prodotti e raccontando le loro storie.

Alcune Botteghe del Commercio Equo e Solidale restano aperte, dotate di presidi igienici, con ingressi contingentati, assicurando la distanza minima di un metro tra gli acquirenti. Spesso con orari ridotti, anche perché hanno invitato i propri volontari, che normalmente assicurano il pieno orario di apertura, a rimanere a casa per la loro salvaguardia. In tante, hanno pensato a modalità alternative per ridurre il rischio di assembramento ed il contatto, come la lista della spesa al telefono o via whatsapp, inviata dal cliente e preparata in anticipo in modo che passi solo per il ritiro (e per un saluto a distanza di sicurezza). In questo clima di collaborazione diffusa, diversi clienti hanno dato il loro contributo solidale lasciando delle “spese sospese” per le persone meno abbienti o messe più in difficoltà dal Coronavirus.

Altre organizzazioni invece tengono chiusi i punti vendita ma organizzano consegne dirette a casa dei soci e clienti, avendo creato in quattro e quattr’otto semplici moduli d’ordine online, facilmente accessibili dai loro website o dalle pagine facebook. Anche in questi casi non mancano le manifestazioni di solidarietà da parte dei consumatori, come invitanti pranzi d’asporto preparati per i dipendenti diventati all’occorrenza anche corrieri, o piccoli doni simbolici. In molti casi il servizio di consegna a casa è proposto anche dalle Botteghe del Mondo che restano aperte.

Gli importatori equosolidali –  le organizzazioni che acquistano i beni dai produttori dal Sud del Mondo e/o li trasformano in Italia – stanno lavorando per andare comunque avanti con le importazioni in questo contesto di difficoltosi scambi internazionali e per garantire gli ordini ai propri partner commerciali, nonostante il lockdown imposto nei paesi di produzione, al contrario delle pratiche commerciali piratesche delle multinazionali in atto proprio in questi giorni (cancellazione degli ordini in corso o addirittura già in consegna, rifiuto di pagare per merce già prodotta, ecc.). Supportano quindi le Botteghe del Mondo, continuano a rifornire altri rivenditori e supermercati, e chi lo ha, rafforza il proprio e-commerce.

Questa la fotografia della resilienza del Commercio Equo e Solidale italiano. Tuttavia, la situazione è in continuo divenire: le organizzazioni si stanno attrezzando ma le azioni sono spesso in evoluzione. Perciò il miglior modo per conoscere le modalità per la spesa equosolidale ai tempi del Coronavirus è contattare la propria organizzazione di fiducia o consultare il sitoweb/facebook di quelle nella propria zona. A questo link i recapiti di tutte le realtà socie di Equo Garantito, Regione per Regione: https://www.equogarantito.org/isoci/.

Qui, invece, #SpesaResponsabile: una rete di contatti, una mappatura creata da LiberoMondo (Socio Equo Garantito) per segnalare i servizi offerti dalle Botteghe (sempre in aggiornamento).

Anche WFTO – World Fair Trade Organisation, l’Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e Solidale – si è attivata con una campagna, #StayHomeLiveFair, a sostegno del movimento internazionale del fair trade composto da centinaia di cooperative e aziende che, anche in questa situazione di difficoltà, continuano a supportare i loro lavoratori, agricoltori, artigiani e comunità, circa un milione di persone in 76 paesi.

Non aspettiamo che passi

#equodacasa #StayHomeLiveFair

Uno spazio “aperto”, per raccogliere spunti, idee ed indicazioni pratiche in questi giorni difficili per tutti. Uno strumento a disposizione dei Soci, dei lavoratori e dei volontari delle Botteghe, di chi voglia sapere come il movimento del Commercio Equo e Solidale stia provando ad andare avanti, con la consapevolezza – oggi più che mai chiara ed evidente – della nostra missione: contribuire a costruire un mondo più giusto, dove il rispetto per le persone e per l’ambiente siano al centro dell’agire quotidiano, dove la responsabilità personale rappresenti il passaggio essenziale per il bene di tutta la collettività.

La sfida che stiamo affrontando in questi giorni va al di là di qualunque immaginazione e la consapevolezza dell’impatto negativo anche sulle nostre attività ci lascia disorientati. Nessuno in questo momento è in grado di ragionare su tutti i possibili scenari, ma sappiamo che dobbiamo attrezzarci per farlo, continuare a mettere cura e competenza nelle nostre organizzazioni.

Mai come ora è fondamentale attivare quella rete che ha contraddistinto il nostro agire e che può e deve essere la forza comune per ripartire. Diamo corpo alle nostre relazioni, diciamo a voce alta che siamo #DistantiMaUniti. Continueremo ad aggiornare questa pagina, sperando di riuscire presto a vedere cosa c’è oltre l’emergenza.

 

APPROFONDIRE/STUDIARE

  • FairShare: è la “nostra” piattaforma di formazione on line. Tanti corsi e tanto materiale sul Commercio Equo e Solidale, sulla responsabilità sociale d’impresa e sulla sostenibilità
  • Attiviamo Energie Positive: un ricchissimo ciclo di formazione e webinar gratuiti realizzato da Produzioni dal Basso con il supporto di Banca Popolare Etica, Gruppo Assimoco, Etica sgr.
  • Sbilanciamoci: l’economia com’è e come può essere, per un’Italia capace di futuro
  • Altreconomia: rivista mensile, casa editrice, agenzia di comunicazione per contribuire con le parole alla costruzione di un’economia solidale

 

DOMANDE E RISPOSTE

 

IDEE PER IL FUTURO

  • ZonaVerde: fondi e iniziative per uscire dall’emergenza Coronavirus a cura di Excursus – Il bando della matassa
  • CallforItaly: un programma di assistenza alle imprese concepito per superare l’emergenza causata dal COVID-19
  • Banca Etica: insieme oltre l’emergenza, la sezione del sito di Banca Popolare Etica dedicata alle misure per i Soci e per i clienti. Da segnalare: podcast e slide “Cosa faranno le banche in questa emergenza?” a cura di Alessandro Messina, Direttore Generale di Banca Popolare Etica

 

PER I SOCI DI EQUO GARANTITO

Fatevi sentire! Se avete domande, se avete proposte, se vi vengono idee utili, se anche solo volete aggiornarci e condividere la vostra situazione. Non abbiamo certamente tutte le risposte, possiamo impegnarci a fornirvi indicazioni e ad attivare la rete. Scrivete a soci@equogarantito.org

Nell’area riservata del sito, altri spunti pratici per le organizzazioni del Commercio Equo e Solidale.