Chi siamo

????????????????????????????????????

 

Equo Garantito – Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale è l’associazione di categoria delle organizzazioni di Commercio Equo e Solidale italiane. 

Rappresenta nel Paese, nella società civile, con i media e le istituzioni locali e nazionali le esperienze e la cultura dei suoi Soci: organizzazioni non profit e Botteghe del Mondo che promuovono i prodotti e i principi di un’economia di giustizia fondata sulla cooperazione e su relazioni paritarie tra i soggetti che partecipano alla realizzazione di un bene.

Equo Garantito offre alle proprie Organizzazioni socie un sistema di garanzia certificato che non ha eguali al mondo: infatti Organizzazioni di diversa natura (Botteghe del Mondo e importatori) si sono date un sistema di tutela per garantire che le prassi contrattuali rispettino i valori del Commercio Equo, descritti nella Carta dei Criteri del Commercio Equo e Solidale di cui l’associazione Equo Garantito è depositaria.

Leggi lo Statuto di Equo GarantitoQUI

Ogni anno, Equo Garantito presenta il proprio Rapporto. L’ultimo è stato presentato lo scorso 29 aprile 2018 in occasione della Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale: ad oggi Equo Garantito raggruppa 77 realtà EquoSolidali,Organizzazioni distribuite su tutto il territorio, che fatturano nel complesso oltre 74 milioni di euro e sono animate da più di 28mila soci. Oltre 450 sono i lavoratori impiegati nel Fair Trade in Italia, quasi 5 mila sono i volontari mentre 230 sono i punti vendita sul territorio.

“Il Commercio Equo e Solidale italiano cresce e la nostra Associazione è l’esempio che soltanto lavorando insieme potremo superare le sfide future e corrispondere alle attee che abbiamo suscitato nella società”, ha dichiarato il Presidente dell’associazione Equo Garantito Giovanni Paganuzzi, della Coop. Chico Mendes di Milano. “Per affrontare tali sfide dovremo attivarci su più fronti, investendo in strumenti che consentano alle nostre organizzazioni di recuperare solidità economica e protagonismo sociale per costruire un’altra economia, promuovendo  un’immagine forte e tornando a parlare di giustizia alla gente che vive intorno a noi”.