I Quaderni di Equo Garantito

Equo Garantito presenta i suoi Quaderni di approfondimento dedicati ai grandi temi dell’economia mondiale, visti con lo sguardo di chi da 50 anni cerca di promuovere un’economia di giustizia. I temi dei quaderni sono:

  • Obiettivi di sviluppo sostenibile e Commercio Equo e Solidale per pubbliche amministrazioni (2017)
  • Le filiere agricole (2016)
  • Il Commercio Equo e Solidale negli appalti pubblici (2016)
  • I marchi del Commercio Equo e Solidale (2016)
  • Il settore tessile (2015)
  • L’accordo TTIP (2015)
  • Il mercato internazionale del cacao (2014)

“Raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile attraverso il Commercio Equo”

Enti Locali e Commercio Equo: L’Agenda 2030 ci chiede di essere attivi e di spendere risorse umane, finanziarie e sociali per arrivare a costruire città sostenibili e resilienti e garantire uguali diritti a tutti/e i cittadini/e e abitanti del pianeta.

Ormai da più di 25 anni si cerca di promuovere lo sviluppo sostenibile in tutti i campi e settori, e la sfida degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile è urgente e allo stesso tempo impossibile da superare se non si costruiscono partnership durature ed efficaci.

Il Commercio Equo e Solidale, propone alcuni spunti per migliorare e concretizzare la collaborazione con gli Enti Locali attraverso il toolkit “Raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile attraverso il Commercio Equo” – realizzato da Equo Garantito, Fairtrade Italia e Associazione botteghe del Mondo Italia.

Il kit propone pratiche facilmente attuabili per rendere davvero visibili i cambiamenti verso città più accoglienti, sostenibili e inclusive e propone l’approccio di diritti e del Commercio Equo come base per la pianificazione delle politiche locali.

QUI il Kit


Di chi è il potere? Squilibri e concentrazione di potere nelle filiere agricole e commerciali” (scaricare qui): l’ultimo dei quaderni del commercio equo e solidale di Equo Garantito è tratto da uno studio prodotto dal FTAO ed edito in Italia da Equo Garantito e Ctm Altromercato. Analizza un tema – le Pratiche Commerciali Inique – che la Commissione Europea ha riconosciuto e definito “Unfair Trading Practices“, con l’obiettivo di decidere a inizio 2016 come affrontarlo. A tale tema è stato dedicato il progetto Make Fruit Fair (cofinanziato dall’Unione Europea), che tra le sue azioni ha promosso una petizione europea per chiedere alla Commissaria UE al Mercato interno ed alla libera concorrenza Elżbieta Bieńkowska di proporre azioni efficaci (e non solo volontarie) volte ad affrontare il problema.

img di chi è il potere

 (clicca per scaricare)


Il quaderno “Il Commercio Equo e Solidale negli appalti pubblici” presenta un’analisi introduttiva degli appalti
pubblici orientati alla responsabilità sociale, che includono specificatamente nelle procedure di acquisto i principi del
Commercio Equo e Solidale. Nella prima parte si presenta un’introduzione sui principi base che governano i processi d’acquisto; a seguire un aggiornamento sugli sviluppi di una recente giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea relativa al Commercio Equo e Solidale; infine, si affronta il tema della nuova direttiva 2014 dell’Unione Europea in materia di appalti pubblici.

Quad_appalti

(clicca per scaricare)


Perché servono marchi e sistemi di garanzia per assicurare le prassi del Commercio Equo e Solidale? Quali sono i principali criteri del Commercio Equo e Solidale controllati dai marchi? I processi di certificazione sono rilevanti per garantire che siano stati rispettati i principi fondamentali del Commercio Equo e Solidale?. Il quaderno “Guida ai marchi – uno strumento per orientarsi tra marchi e sistemi di garanzia del Commercio Equo e Solidale” ha l’obiettivo di far conoscere al consumatore e agli addetti ai lavori in Italia, l’ampia gamma di certificazioni esistenti nel Commercio Equo e le differenze che sussistono tra i differenti marchi e le altre certificazioni di sostenibilità.

Quad_marchi

(clicca per scaricare)

 

 


Si intitola “Tessile, il filo rosso. L’industria della moda tra diritti e business” il quaderno dedicato all’industria tessile. “Dai crolli in Bangladesh ai lavoratori italiani: che cosa c’è dietro gli abiti che portiamo” è stato curato da Deborah Lucchetti della Campagna Abiti Puliti e David Cambioli di Equo Garantito, con le schede a cura di Ctm Altromercato e Altra Qualità.

cop_Tessile

 (clicca per scaricare)


Il quaderno “Free trade vs. Fair trade. Perché il TTIP è il contrario del Commercio Equo” è stato curato da Alberto Zoratti di Fairwatch/Campagna Stop TTIP, Giorgio Dal Fiume di Equo Garantito e Luca Martinelli, di Altreconomia.

Cop_TTIP

 (clicca per scaricare)


Il “quaderno” dedicato al cacao si intitola semplicemente “Commercio equo e solidale. Buono per chi lo produce, buono per chi lo consuma, buono per cambiare il mondo: 100% senza multinazionali, sfruttamento minorile, disuguaglianze di genere, salari iniqui, OGM, attacchi all’ambiente e all’identità culturale”. È stato curato dalla Coordinatora Estatal Commercio Equo (www.comerciojusto.org)

cop_CACAO

 (clicca per scaricare)