Produttori italiani e Commercio Equo e Solidale

Il Commercio Equo e Solidale italiano, rappresentato da Equo Garantito, apre le porte ai produttori italiani per l’entrata nella compagine associativa del movimento e sostenere modelli di produzione solidali e sostenibili anche in Italia.

Perché coinvolgere i produttori italiani?

Il Commercio Equo e Solidale da molto tempo collabora, in Italia e in tutto il mondo, con soggetti locali che rispettano gli standard internazionali del Commercio Equo e in particolare, con coloro che sono considerati produttori emarginati o svantaggiati rispetto al sistema economico in cui sono inseriti. I progetti di coinvolgimento e sostegno delle filiere più deboli ma anche responsabili e sostenibili a livello locale, sono aumentati sempre di più nel tempo e per questo il “domestic fair trade” è da qualche anno ormai considerato a tutti gli effetti una parte del Commercio Equo e Solidale, tanto che lo scorso ottobre 2017 – WFTO Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e Solidale – ha aperto ai produttori nazionali, le porte per partecipare al lavoro del Commercio Equo.

Le nostre organizzazioni italiane hanno stabilito molte collaborazioni con i produttori locali negli anni anche in funzione delle crescenti richieste di sostegno da parte dei produttori italiani. Per questo Equo Garantito, con i propri soci, ha elaborato una modalità specifica con cui è possibile fin da ora, aderire al movimento del Commercio Equo e Solidale e diventare così soci dell’organizzazione.

Voto nuova Carta dei criteri, Assemblea 17 novembre 2018

Cosa vuol dire diventare socio di Equo Garantito?

Entrare nella rete del Commercio Equo e Solidale vuol dire prima di tutto aderire ai valori internazionali del Fair Trade e sottoscrivere la Carta italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale.

Aderire ad Equo Garantito permette la verifica e il controllo interno, attraverso il nostro sistema di garanzia certificato, di tutta la filiera e di essere riconosciuti come soggetti di Commercio Equo e Solidale nei vari territori in cui si opera.

Significa contribuire attivamente alla promozione di un’economia più equa e sostenibile, garantendo i diritti umani e il rispetto dell’ambiente su tutta la filiera produttiva.

Equo Garantito promuove i valori del Commercio Equo e Solidale, realizza attività di formazione ed educazione sui territori attraverso i propri soci e le campagne di advocacy, monitora le organizzazioni italiane per la corretta applicazione dei principi del Commercio Equo e Solidale.

Chi può diventare socio e come fare per …?

I soggetti che possono richiedere di diventare soci di Equo Garantito sono:

a) i Produttori Italiani qualificati e monitorati direttamente da Equo Garantito.

b) i Northern Producer italiani o stranieri qualificati e monitorati da WFTO.

c) I produttori italiani “in conversione” che sono qualificati da un socio Equo Garantito con un sistema di monitoraggio interno (IMS) per un massimo di 2 anni.

Per avere maggiori informazioni scrivere a soci@equogarantito.org.

QUI la presentazione della proposta per diventare soci e lo standard di monitoraggio di riferimento.